Vaiolo, torna la quarantena in Europa: il Belgio è il primo Paese a introdurla, sarà di 21 giorni

Vaiolo, torna la quarantena in Europa: il Belgio è il primo Paese a introdurla, sarà di 21 giorni

L’Oms: “Quelli più a rischio sono coloro che hanno avuto stretto contatto fisico con positivi, mentre questi sono sintomatici”


DAL MONDO – Ritornano le quarantene in Europa e no, non si tratta del Covid, ma del vaiolo delle scimmie. Il Belgio è il primo a introdurre una quarantena obbligatoria di 21 giorni. Coloro che contraggono la malattia dovranno auto-isolarsi per tre settimane – è la decisione delle autorità sanitarie belghe – dopo che tre casi sono stati registrati nel Paese. I contagi, il primo dei quali è stato registrato venerdì, sono legati a un festival nella città portuale di Anversa. Sono 92 i casi confermati e 28 quelli sospetti di vaiolo delle scimmie segnalati all’Organizzazione mondiale della sanità, per i quali non sono stati stabiliti collegamenti di viaggio con le aree dove la malattia è endemica.

Il monito dall’Oms

«Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, i casi sono stati identificati principalmente, ma non esclusivamente, tra uomini che hanno rapporti sessuali con uomini». La situazione «si sta evolvendo», spiega l’Oms che prevede «che ci saranno più casi di vaiolo delle scimmie identificati man mano che la sorveglianza si espande nei paesi non endemici». Le attuali prove disponibili suggeriscono che coloro che sono più a rischio sono coloro che hanno avuto uno stretto contatto fisico con qualcuno con il vaiolo delle scimmie, mentre sono sintomatici».