Affittavano camere per la prostituzione in Campania, arrestati madre e figlio 25enne

Affittavano camere per la prostituzione in Campania, arrestati madre e figlio 25enne

I due avevano una locazione in concesso che è stata utilizzata come casa di prostituzione, la donna ne stava già acquistando un’altra


BENEVENTO – Siamo a Benevento, dove una 60enne ed il figlio 25enne sono finiti ai domiciliari con l’accusa di sfruttamento alla prostituzione. L’illecito è stato rilevato dopo varie attività investigative coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento. I militari del nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Benevento, attraverso vari servizi di osservazione, hanno verificato anche l’identificazione dei presenti che si recavano all’interno. I militari in un secondo momento hanno avviato poi un’attività di intercettazione telefonica, grazie alla quale sono riusciti ad avere la redditività dell’attività posta dal titolare e dal gestore stesso.

Numerosi sono stati gli indizi raccolti a carico della donna che gestiva l’attività, avendo lei medesima i contatti con le persone che esercitavano la prostituzione e organizzando i turni di regola settimanali. Addirittura ne curava anche anche gli spostamenti, favorendo anche la presenza di più persone nell’appartamento – ciascuna nella propria camera da letto, cercando di trovare la compagnia più richiesta dai clienti. La donna puliva i locali al temine di ciascun turno, concordando il prezzo di soggiorno e dando anche loro il consenso di pubblicazione delle fotografie scattate all’interno della stanza dove avveniva l’incontro per poi pubblicarle sui siti d’incontro online.

Il Giudice viste le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento, condividendo la richiesta della Procura, ha emesso il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari nei confronti della donna e del figlio, tenendo in considerazione del pericolo di reiterazione di reati della stessa. La donna ha anche confessato che si era procurata, acquistandolo, un secondo immobile da destinare alla medesima attività di meretricio. Il GIP del Tribunale di Benevento, accogliendo la richiesta della Procura, ha disposto il sequestro preventivo dei due appartamenti.