Choc in centro ad Aversa: ragazza scippata e trascinata da un’auto in corsa

Choc in centro ad Aversa: ragazza scippata e trascinata da un’auto in corsa

Lo scippo ripreso dalle telecamere che mostrano una scena di violenza inaudita


AVERSA – Nella tarda serata di venerdì, una ragazza è stata scippata da un’automobile in corsa in via Roma ad Aversa.

“Un signore in una Matiz nera ha afferrato la borsa e l’ha trascinata per più di 10 metri rischiando la tragedia – ha segnalato al consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, il fidanzato della vittima – Per fortuna ha riportato solo una ferita alla gamba. Abbiamo sporto denuncia, ma dai filmati la targa non è leggibile. Aversa, nel weekend, accoglie un enorme flusso di persone dai comuni limitrofi essendo il centro della movida. Ma in giro ci sono troppi pochi controlli. Siamo in piena emergenza, i malviventi hanno capito che le istituzioni non ci sono, non c’è nessuno a proteggere la brava gente, gli onesti cittadini, che per una borsa rischiano la vita”.

“Le immagini che ci hanno mostrato dello scippo sono sconcertanti. Una violenza inaudita, in pieno centro cittadino, e per una semplice borsa. Questo delinquente ha agito con crudeltà mettendo in conto che poteva uccidere la sua vittima per una semplice borsa. L’escalation di violenza e criminalità, nei nostri territori, è a livelli altissimi. I delinquenti non hanno alcun freno e per pochi spicci rischiano di ammazzare una persona con violenza e senza alcuna pietà. Quanto successo ad Aversa è gravissimo, per questo abbiamo sollecitato anche noi le forze dell’ordine ad individuare quest’auto che, da mesi, sta mettendo a segno colpi simili a quanto ci hanno segnalato. Aversa è un centro nevralgico della provincia di Caserta che nel weekend attira migliaia di persone. Occorre assolutamente un piano di controllo migliore rispetto ad oggi e un aumento consistente dei controlli”, ha detto il consigliere Borrelli che ha pubblicato il video invitando la cittadinanza a individuare e far prendere il bandito.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO