“Fast & Furious” a Fuorigrotta, auto e moto sfrecciano dove bimbo fu ucciso: “Situazione preoccupante”

“Fast & Furious” a Fuorigrotta, auto e moto sfrecciano dove bimbo fu ucciso: “Situazione preoccupante”

Si tratta di un fenomeno che oltre ad essere illecito e fonte di pericolo rappresenta un grandissimo disagio per i residenti svegliati di soprassalto dai rombi dei motori e dalle brusche frenate


FUORIGROTTA – Un “Fast & Furious” alla napoletana quello che avviene ogni sera nel piazzale antistante lo Stadio Diego Armando Maradona di Fuorigrotta dove proprio pochi giorni fa un bambino ha perso la vita travolto da un’auto mentre si trovava sul marciapiedi con la mamma. Auto e moto si sfidano a colpi di gas sfrecciando pericolosamente tra le altre vetture, estranee, ed il pubblico.  Si tratta di un fenomeno che oltre ad essere illecito e fonte di pericolo rappresenta un grandissimo disagio per i residenti svegliati di soprassalto dai rombi dei motori e dalle brusche frenate. “Vivo a via Lepanto a Fuorigrotta. Purtroppo lo spiazzare dello stadio ogni sera diventa una pista da corsa. Nonostante qui ci sia un commissariato di Polizia.”- racconta una donna che ha lanciato un appello al Consigliere Regionale di Europa Verde Francese Emilio Borrelli. “Si tratta di un fenomeno noto e che noi denunciamo da tempo eppure nessuna contromisura è stata presa. Oltre ad essere un disagio per i residenti, queste corse folli rappresentano un grave pericolo anche perché lo spiazzale dello stadio è, notoriamente, utilizzato dai neopatentati, o da chi è impossesso del foglio rosa, per esercitarsi nella guida.  Non è più tempo di indugiare e di voltare la testa dall’altra parte, pretendiamo interventi, prima che possa verificarsi qualche incidente dalle conseguenze drammatiche. ”-ha dichiarato Borrelli.