Giugliano, una luce che suggestiona: «Mayra accompagnata in volo da un angelo speciale»

Giugliano, una luce che suggestiona: «Mayra accompagnata in volo da un angelo speciale»

La dolce bimba dai capelli rossi, come raccontato da lei stessa in numerose interviste, ha perso la sorellina anni fa, e proprio in suo onore aveva deciso quest’anno di cimentarsi in quest’avventura


GIUGLIANO – Che quelli trascorsi a partire da sabato fossero giorni particolari per la comunità giuglianese era fatto già noto. La festa della Madonna della Pace è sentitissima da sempre da tutto il popolo, e questa volta, dopo due anni di stop, lo è ancor di più. Questi giorni, però, sono stati ancor più speciali per una persona in particolare: la piccola Mayra Pia, una delle bambine designate a ricoprire il ruolo di “angelo” durante la festa.  La dolce bimba dai capelli rossi, che con la sua dolcezza e simpatia ha conquistato già tutti, come raccontato in numerose interviste, ha perso la sorellina anni fa, e dunque è soprattutto per lei che quest’anno – a sua detta – ha deciso di cimentarsi in quest’esperienza.

Ebbene, proprio in virtù del suo trascorso, è ancor più suggestionante ciò che è accaduto durante il suo “volo”: ad un certo punto, infatti, mentre la bambina era intenta a cantare sopra la folla gremita di Piazza Annunziata lo scorso lunedì sera, accanto a lei nel cielo si intravede una sagoma a forma d’angelo. Sicuramente si tratta di un riflesso o un gioco di luci della videocamera, in molti diranno. Ma in tanti sono rimasti colpiti dal fatto che quel riflesso fosse proprio a forma di angelo.

Il post pubblicato dalla pagina Facebook “Per tutte le bambine del volo dell’angelo

“Oggi vogliamo dimostrare a tutti che nel volo della piccola Mayra c’era anche la sua sorellina che come già sappiamo non c’è più, tante sono state le dimostrazioni che lei c’era a partire da questo e a finire con i palloncini impigliati tra il cerchio, per molti può anche essere un semplice riflesso ma la forma che mostra il riflesso dice tutto, per non parlare dell’emozione provata con il popolo che ha accompagnato la piccola Mayra nel canto”.