Incidente mortale sul lungomare di Napoli, Antonio muore a 19 anni dopo 10 giorni di agonia

Incidente mortale sul lungomare di Napoli, Antonio muore a 19 anni dopo 10 giorni di agonia

Il primo a soccorrerlo è stato un giovane che gli ha fatto da scudo per evitare che le auto lo potessero travolgerlo


NAPOLI – Antonio Marino 19 anni non ce l’ha fatta, morto dopo 10 giorni di agonia a seguito di un incidente in scooter. L’incidente è avvenuto su viale Dohrn. Il 19enne è caduto dal suo scooter impattando rovinosamente sull’asfalto, a prestargli soccorso per primo è stato un ragazzo che viaggiava a a poca distanza. Il giovane gli ha fatto da scudo per evitare che le auto lo potessero travolgere. L’ambulanza è arrivata dopo soli otto minuti. In ospedale hanno provato di tutto per salvargli la vita, operandolo, al fine di ridurre il vasto ematoma. Dopo 10 giorni di agonia purtroppo il 19enne non ce l’ha fatta. I familiari hanno autorizzato l’espianto degli organi. Domani i funerali.

Antonio era figlio unico di una famiglia di noti e stimati professionisti ed era canoista della Canottieri Napoli, infatti il circolo ha espresso il suo cordoglio: “Il Circolo Nautico Posillipo, a nome del presidente Filippo Parisio, del consiglio direttivo, dello staff tecnico, dirigenziale, e di tutti gli atleti, esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia per la tragica scomparsa di Antonio Marino. medaglia di bronzo ai campionati Europei di canoa polo a settembre, è deceduto dopo dieci giorni di coma indotto per un incidente con il motorino. Anche tutte le sezioni sportive sono vicine alla famiglia di Antonio, ai suoi compagni di squadra, ed alla sua allenatrice Francesca Ciancio in questo terribile momento, scrive in una nota il Circolo Posillipo.”