La denuncia di un figlio: “Mia madre, anziana su carrozzella, ‘ostaggio’ delle auto in sosta selvaggia”

La denuncia di un figlio: “Mia madre, anziana su carrozzella, ‘ostaggio’ delle auto in sosta selvaggia”

“Non può camminare sotto i porticati del condominio perché ci parcheggiano abusivamente”


SUCCIVO – Ha 82 anni, è invalida ed è costretta su una carrozzella eppure non può passeggiare né sostare per i porticati del suo condominio neanche per ripararsi dalle intemperie e dal sole cocente perché essi sono occupati continuamente dalla auto parcheggiate in maniera illecita. Accade a Succivo e a denunciare la vicenda è il figlio della donna che si è rivolto al Consigliere Emilio Borrelli.

Le parole del figlio

“Abito in un parco popolare di gestione dell’Acer Campania qui a Succivo. Mia mamma essendo in carrozzina non ha il diritto di passeggiare sotto i porticati del palazzo al fresco o a riparo dalle intemperie solo perché si è consolidato nel tempo il fatto che i porticati sono di uso esclusivo per parcheggiare, nonostante l’amichevole sollecitazione di rispettare il problema grave della disabilità, e di mettere in atto il buon senso, non c’è stato verso di far ragionare gli inquilini, mi sono rivolto al sindaco, che non è intervenuto, mi sono rivolto all’Acer nel far rispettare il loro stesso regolamento che non  permette il parcheggio sotto i porticati.

L’unico atto che ha fatto l’istituto è stato quello di mandare una diffida agli inquilini. Dopo mesi di telefonate e segnalazioni, ma ad oggi che quella diffida non è rispettata e ancora segnalo all’istituto di farla rispettare. Mia mamma ha 82 anni e vorrei che vivesse la sua vecchiaia in tranquillità ma si sente lei stessa pomo della discordia per tutta la vicenda, io mi sento abbandonato dalle istituzioni, quelle che dovrebbe tutelare i cittadini e invece permettono questi abusi, queste tracotanze.

Siamo tutti bravi nel dire rispettiamo il prossimo ma poi all’atto quel rispetto finisce sulla porta di casa. Una delle spiegazioni di un inquilino è stata: non posso lasciare l’auto al sole o all’intemperia.  La disabilità non può essere motivo di diatriba quando sono in gioco valori Costituzionali protetti.”

“Abbiamo segnalato la questione all’Acer e al sindaco di Succivo chiedendo di intervenire in maniera concreta e rapida. Chi non rispetta i diritti altrui, quelli dei diversamente abili, gli spazi comuni e rivendica diritti inesistenti violando regole e leggi va colpito duramente.  È tempo di dare una raddrizzata alla nostra società che sta prendendo davvero una brutta piega. Ci aspettiamo interventi risoluti.” –ha dichiarato il consigliere Borrelli.