Morte Elena, indagata la madre. La nonna paterna sulla nuora: “Quando si arrabbiava diventava strana”

Morte Elena, indagata la madre. La nonna paterna sulla nuora: “Quando si arrabbiava diventava strana”

La nonna sotto shock sul luogo del ritrovamento: “Come si può pensare che la madre ammazzi un figlio?”


CATANIA – A poche ore dal ritrovamento di Elena Del Pozzo emergono nuovi sconcertanti dettagli. La mamma, Martina Patti (24 anni), che inizialmente aveva parlato, nella giornata di ieri, di un rapimento avvenuto ad opera di tre uomini incappucciati, uno dei quali armato, ha invece oggi indicato il luogo del ritrovamento del cadavere della figlia, gettando così di fatto su di lei ogni sospetto. Le indagini, senza dubbio, approfondiranno quanto è accaduto. Ma, nel frattempo, sul posto dilaga il panico.

La nonna sotto shock: “Mia nuora era una donna strana”

Tra le persone più sconvolte dalla notizia della morte c’è sicuramente la nonna paterna, che ai giornalisti presenti ha parlato della nipote, e di quanto fosse speciale. Ha poi parlato anche della nuora: “Elena era dolce e buona, già parlava a cinque anni, era di un intelligenza particolare, per me era una luce. Quando ieri eravamo a casa e abbiamo ricevuto la sua chiamata (della nuora, n.d.r.) abbiamo creduto ciecamente a quanto diceva. Lei urlava facendo riferimento al rapimento da parte dei tre uomini. Era una donna poco affettiva, ma non con la bambina. Era una mamma molto affettuosa e aveva molta pazienza, ma quando era arrabbiata era strana. Era una donna strana. Come si può pensare che la madre ammazzi un figlio?”, ha concluso, sconvolta.