Morte Elena, la nonna paterna: “Martina era ossessionata da mio figlio, voleva tornare con lui”

Morte Elena, la nonna paterna: “Martina era ossessionata da mio figlio, voleva tornare con lui”

Martina avrebbe tentato in tutti i modi, anche in passato, un riavvicinamento, molto spesso mettendo in mezzo la stessa bambina


MASCALUCIA – “Hanno bloccato l’auto, hanno aperto gli sportelli, hanno tirato fuori la bambina”, ha continuato a ripetere Martina Patti, 24 anni, mamma della piccola Elena.

Tante le incongruenze nel racconto della mamma agli inquirenti, questa mattina, nel corso di uno degli interrogatori, ha confessato l’omicidio della piccola. A far ritrovare il corpo di Elena è stata proprio lei, secondo quanto si apprende, è stato possibile grazie alle “pressioni esercitate durante gli interrogatori” dagli investigatori. Sul luogo del ritrovamento è giunto il padre della piccola Elena: l’uomo è scoppiato in lacrime. I genitori, a seguito di recenti dissidi, vivevano in case separate.

LE DICHIARAZIONI DELLA NONNA

La nonna: “Martina alzava le mani su mio figlio”.  A detta della nonna paterna, c’erano diversi screzi tra Martina e suo figlio. I due a quanto pare, si erano lasciati, e lui stava con un’altra compagna. Martina avrebbe tentato in tutti i modi, anche in passato, un riavvicinamento, molto spesso mettendo in mezzo la stessa bambina, minacciando il padre, anche in modo violento, di non fargliela più vedere se non l’avesse accontentata.