Morte Elena, le parole del padre: “Martina era molto fragile ha sofferto anche di depressione”

Morte Elena, le parole del padre: “Martina era molto fragile ha sofferto anche di depressione”

“Elena la notte prima della tragedia ha dormito a casa dei miei genitori e c’ero anche io”, ha detto l’uomo


CATANIA – Martina Patti continua a restare in isolamento e la sua unica richiesta, fino a qualche giorno fa, è stata quella di poter avere i suoi libri in cella per proseguire e terminare gli studi in infermieristica e ricevere la visita di un parroco. Intanto gli inquirenti sono ancora a lavoro e stanno ricostruendo il movente dell’omicidio. Stando alle ultime testimonianze e soprattutto dal racconto di Alessandro Del Pozzo, papà della piccola Elena, il movente potrebbe essere proprio la gelosia.

Elena era amata e accettata dalla famiglia dei nonni paterni, cosa che, secondo Martina, non avveniva nei suoi confronti. Stesso la zia, sul campo dove era stata ritrovata Elena, aveva raccontato ai giornalisti che la donna in famiglia era tratta benissimo era lei che era sempre molto fredda e scossante. La goccia che ha fatto traboccare il vaso e scatenare l’ira funesta della donna sembra essere stata la nuova relazione che Alessandro Del Pozzo ha.

IL RACCONTO DEL GIORNO DELLA TRAGEDIA DI ALESSANDRO DEL POZZO

L’uomo, come riportato venerdì nella trasmissione Quarto Grado, ha dichiarto: “Quel giorno ho ricevuto 7 telefonate da Martina dalle 15.26 alle 15.29 e non ho risposto. Poi l’ho richiamata ed era in stato di forte agitazione, urlava non capivo bene che cos’era successo. Ci siamo sentiti una seconda volta e mi ha raccontato del rapimento di Elena, consumato con una pistola puntata, puntata contro di lei e con un colpo di mazza inferto allo sportello dell’auto. Effettivamente ho potuto constatare che sulla sua auto c’erano quei segni. Poi ho incontrato Martina a casa dei suoi genitori, ed è lì che lei ha insinuato che i rapitori avessero qualcosa contro di me e che avevo già ricevuto un primo avviso.

LA RELAZIONE CON MARTINA PATTI

Riguardo alla loro relazione ha dichiarato: “La storia con Martina è iniziata 6 anni fa ed è stata altalenante a causa della nostra gelosia reciproca e dal condizionamento della sua famiglia. che faticava ad accettarmi per i miei guai con la giustizia. Sono stato io a rompere definitivamente il legame nell’Aprile 2022. Il nostro rapporto, oggi, è sereno. Anche se dopo che ho iniziato una nuova relazione sentimentale con un’altra ragazza, ho notato qualche strano atteggiamento da parte sua. Per esempio, quando di recente ho pubblicato su whatsapp una foto mia e della mia compagna. Lei ha subito pubblicato un video con un altro uomo, poi ha mostrato una mia fotografia con la mia fidanzata alla bambina. Elena si è arrabbiata tantissimo. A quel punto, anche io ho fatto vedere alla bambina lo scatto di Martina con un altro e Martina è andata su tutte le furie, mi ha telefonato contestando il mio comportamento. Mentre era al telefono con me, gridava alla bambina: ‘Vedi tuo padre è pazzo? Ora metto l’avvocato’. Questo mi fa pensare che Martina sia ancora coinvolta sentimentalmente con me. Lei è molto fragile ha avuto anche dei momenti di depressione, anche se non ha mai assunto farmaci è molto emotiva chiusa ha difficoltà a dialogare. La notte prima della tragedia Elena ha dormito a casa dei miei genitori, c’ero anche io con la mia ragazza”.