Napoli, “acquista” parcheggio abusivo da una donna che poi lo rivuole: aggredito da 4 persone

Napoli, “acquista” parcheggio abusivo da una donna che poi lo rivuole: aggredito da 4 persone

Il 28enne aveva pagato per il posto auto, che in realtà è su suolo pubblico, una 64enne che, però, dopo oltre un anno, voleva di nuovo quel posto. A quel punto lei, i figli ed un 17enne sono passati a vie di fatto


NAPOLI – Sembrerebbe la trama di un film dal carattere tragicomico ma è tutto vero. Le “scene” avvengono nel centro storico di Napoli e i protagonisti sono 5. Tutto inizia la notte dello scorso 31 maggio quando su richiesta al 112 i Carabinieri della Compagnia Napoli centro intervengono in via Concezione nel quartiere Montecalvario. I militari prendono contatti con la vittima, un 28enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo riferisce che poco prima ha subìto un’aggressione da parte di 4 persone: due uomini (uno ha 17 anni) e due donne. Il “gruppo” – del 17enne abbiamo già parlato, poi c’è una 64enne e un 47enne – è già noto alle forze dell’ordine tranne la donna che di anni ne ha 45. Sono tutti e 5 del posto.

L’aggressione pare sia nata per un “contratto” non rispettato. Circa un anno e mezzo fa la vittima aveva acquistato dalla 64enne e per 500 euro una porzione di strada posta davanti la propria abitazione per un uso esclusivo. Il parcheggio d’altronde da quelle parti è un miraggio. Peccato che la donna non fosse proprietaria della strada – che è del Comune di Napoli – ma se ne era impossessata grazie all’ormai tristemente noto paletto in ferro. Nonostante l’acquisto però, l’ex proprietaria rivoleva la SUA strada e più volte si era lamentata con il 28enne. All’ennesimo litigio erano intervenuti anche l’incensurata e gli altri due, i maggiorenni sono tra l’altro i figli della 64enne, l’aggressione si consuma.

I Carabinieri del nucleo operativo della compagnia Napoli centro individuano il “quadro” familiare e li denunciano per estorsione in concorso. Sono in corso accertamenti per ricostruire meglio la vicenda.