Napoli, Luca morto a 15 anni dopo aver mangiato sushi: “Tossinfezione da salmonella”

Napoli, Luca morto a 15 anni dopo aver mangiato sushi: “Tossinfezione da salmonella”

“Gli esiti dell’indagine – è scritto nella relazione – hanno consentito di appurare l’esistenza di una severa malattia infiammatoria del muscolo cardiaco”


NAPOLI – “Tossinfezione alimentare da salmonella”. Ecco l’esito dell’esame autoptico sul corpo di Luca Piscopo, il ragazzo di 15 anni, residente nel quartiere napoletano di Soccavo, morto il 2 dicembre scorso, dopo aver mangiato in un ristorante di sushi al Vomero con delle amiche, con la formula “all you can eat”. Dopo il pranzo, avvenuto il 23 novembre 2021, diversi membri della comitiva raccontarono di essersi sentiti male. Anche Luca ebbe forti sintomi, come febbre alta, vomito e diarrea che gli durarono circa una settimana. Nonostante le cure mediche, con farmaci prescritti dal medico di base, il ragazzo non ce la fece. Morì circa 7 giorni dopo, nel suo letto, durante il sonno.

L’inchiesta della Procura

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un’inchiesta sulla morte del giovane, indagini condotte dai pm D’Amodio e Landolfi e dall’aggiunto Di Monte. Il ristorante di sushi, di proprietà di un cittadino cinese, è stato sottoposto a sequestro preventivo. Dai sopralluoghi effettuati dai carabinieri dei Nas all’indomani del decesso è emerso che all’interno del locale c’erano “alimenti privi di tracciabilità e ritenuti in cattivo stato di conservazione”. La famiglia di Luca, assistita dall’avvocato Marianna Borrelli, vuole fare luce sulla vicenda.

La relazione del medico legale

La relazione del medico legale, nominato dalla procura dal Tribunale, sull’esame autoptico ha riscontrato una “tossinfezione alimentare da salmonella”. Mentre a portare al decesso sarebbe stata una “miocardite legata all’infezione”.

“Gli esiti dell’indagine – è scritto nella relazione – hanno consentito di appurare l’esistenza di una severa malattia infiammatoria del muscolo cardiaco. Nello specifico miocardite a genesi batterica, da salmonella, contratta a seguito di tossinfezione alimentare”.

Luca sarebbe quindi stato colto da infezione con il batterio della salmonella, infezione insorta successivamente ad aver mangiato il sushi al ristorante.

Adesso sarà il pm a valutare i dati raccolti per individuare possibili cause o concause che possano aver portato alla morte del ragazzo ed eventualmente formulare un capo di imputazione.

FONTE: FANPAGE.IT