Ordine e sicurezza pubblica sulle emergenze di Giugliano, ieri la riunione. Pirozzi: “Focus su roghi tossici e campi Rom”

Ordine e sicurezza pubblica sulle emergenze di Giugliano, ieri la riunione. Pirozzi: “Focus su roghi tossici e campi Rom”

Plauso anche alle forze dell’ordine: “Complimenti per l’intensa attività di intelligence messa in campo sul nostro territorio”


GIUGLIANO – Si è tenuta nella giornata di ieri in Prefettura la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sulle emergenze del territorio di Giugliano in Campania. All’incontro, chiaramente, tra le varie autorità politiche, era presente anche il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi. Ebbene il primo cittadino ha stilato un resoconto dettagliato attraverso la sua pagina Facebook su quanto detto durante la riunione.

Le parole di Pirozzi: “Focus su roghi e campi Rom”

“Ieri sono stato in Prefettura per partecipare alla riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sulle emergenze che vive il nostro territorio. Sono tornato a casa moderatamente soddisfatto e vi spiego perché. La mia azione politica di rappresentanza presso le istituzioni sovracomunali di questioni che possono essere affrontate e risolte solo con l’aiuto del governo e della Regione, ha prodotto un primo risultato: finalmente i riflettori sono accesi con costanza su questioni come i roghi tossici e i campi Rom. Insomma, non si parla dei roghi a Giugliano solo quando si alza la colonna di fumo nero tra l’indignazione della gente e le passerelle che durano il tempo di un post sul social oppure di un articolo di giornale. Sono riuscito a far comprendere al Prefetto, e quindi al Governo, e ai vertici delle forze dell’ordine che qui la situazione è esplosiva perché i cittadini sono disperati e non più disposti a sopportare questi scempi. Capiamo la complessità delle vicende ma tutte le istituzioni con poteri di intervento devono anche capire il nostro disagio e anche la rabbia della mia gente di essere costretta a vivere rinchiusa in casa in piena estate mentre respira fumi tossici dall’odore nauseabondo.
Il Prefetto in persona mi ha rassicurato che nel medio periodo i due campi Rom di Giugliano saranno smantellati a cominciare da quello di via Carrafiello ma serve il tempo necessario per individuare una sistemazione adeguata ai Rom. E anche su questo fronte le Prefetture di tutta la Campania stanno già lavorando in sinergia, anche grazie alla nostra azione che abbiamo messo in campo dal basso, per individuare luoghi adeguati dove sistemare gli abitanti dei due campi Rom di Giugliano, da distribuire in diverse località della regione. Per motivi di ordine pubblico non è dato sapere nulla di più ma la parola del Prefetto Palomba vale più di qualsiasi impegno scritto. Quello è l’impegno dello Stato assunto con la nostra comunità quindi lo consideriamo molto di più di un importante e significativo passo in avanti. Consapevoli che su questi temi proprio noi che rappresentiamo le istituzioni su questi territori difficili ci giochiamo la credibilità. Quindi, appena ci saranno novità su questo fronte sarete i primi a saperlo. Vi terrò aggiornati passo dopo passo sperando presto di potervi dare buone notizie”.

Il plauso alle forze dell’ordine

“Non è finita qui – prosegue il primo cittadino – Durante l’incontro ho colto l’occasione per complimentarmi con le forze dell’ordine per l’intensa attività di intelligence messa in campo che ha portato agli arresti dei giorni scorsi effettuati sul nostro territorio. A dimostrazione che per fortuna i riflettori su Giugliano sono sempre accesi. E proprio sulla questione del controllo del territorio, legato direttamente alla vicenda dei roghi tossici e della sicurezza, i vertici delle forze dell’ordine sono stati come sempre chiari: fino al 16 giugno non possono fare di più. Dal 16 giugno, invece, attraverso una collaborazione interforze tra polizia, carabinieri e Guardia di finanza, si arriverà ad un maggiore pattugliamento della nostra città quasi per tutte le 24 ore. Di più non si poteva raggiungere.
Ringrazio il Prefetto e le forze dell’ordine per gli impegni assunti ma da sindaco di Giugliano continuerò nella mia azione di rappresentanza delle esigenze della mia comunità coinvolgendo i parlamentari e i consiglieri regionali del territorio perché su questi temi, sulle emergenze che non possono essere risolte dal Comune si misura l’amore e l’impegno che i parlamentari e i consiglieri regionali di quest’area nutrono verso la nostra e la loro terra. Ho già in cantiere una serie di iniziative per tentare di accelerare i tempi rispetto agli impegni assunti in Prefettura. Appena sarà tutto delineato comunicherò le varie iniziative che netteremo in campo. Perché non so se il mio impegno basterà ma di sicuro non mi arrenderò fino all’ultimo giorno utile. Per Giugliano, solo per Giugliano!”.