Pozzuoli, ricarica telefonica pagata con una banconota falsa: nei guai una 35enne

Pozzuoli, ricarica telefonica pagata con una banconota falsa: nei guai una 35enne

Gli agenti sono intervenuti a seguito della telefonata del proprietario del negozio


POZZUOLI – Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Pozzuoli, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un esercizio commerciale di via Vecchia San Gennaro per la segnalazione di una donna che, al momento del pagamento, aveva consegnato alcune banconote false.
I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati dal titolare dell’attività commerciale il quale ha raccontato che, poco prima, una donna aveva richiesto un servizio di ricarica telefonica consegnandogli due banconote da 50 euro che, inserite nell’apposita apparecchiatura di verifica, erano risultate false; gli operatori hanno identificato la donna la quale ha riferito di averle prelevate da uno sportello bancomat ma, da un controllo effettuato presso l’abitazione, hanno rinvenuto all’interno di una cassaforte altri 2.000 euro in banconote dello stesso taglio, tutte risultate false. Una  35enne puteolana è stata denunciata per spendita e introduzione nello Stato, senza concerto, di monete falsificate.