Qualiano, tentata strage fuori al bar: scarcerato Bevilacqua. Aveva giù ucciso il suocero

Qualiano, tentata strage fuori al bar: scarcerato Bevilacqua. Aveva giù ucciso il suocero

Il legale è riuscito a dimostrare che il pistolero ha problemi di tossicodipendenza ed altri problemi psicologici e psichiatrici


QUALIANO – E’ finito agli arresti domiciliari Marco Bevilacqua, il pistolero che la sera del 29 maggio scorso ha aperto il fuoco fuori ad un noto bar a Qualiano ferendo 4 giovani. Il 37enne, difeso dall’avvocato Nunzio Mallardo, è riuscito ad ottenere gli arresti domiciliari in una comunità di recupero fuori regione.

Il legale è riuscito a dimostrare che Bevilacqua ha problemi di tossicodipendenza ed altri problemi psicologici e psichiatrici.

L’uomo, in quella serata rubò dapprima una pistola ad un vigilantes e poi a bordo della sua bici elettrica raggiunse il luogo dove si è consumata la sparatoria. L’uomo, secondo i suoi legali, avrebbe agito in risposta a un’aggressione subita nei giorni precedenti.