Rapina choc a distributore nel napoletano: padre e figli prendono a sprangate titolare e dipendente

Rapina choc a distributore nel napoletano: padre e figli prendono a sprangate titolare e dipendente

In manette sono finiti il genitore, 52 anni, ed i figli di 24 e 22 anni. Tutti e 3 sono stati identificati grazie alle telecamere di videosorveglianza


POLLENA TROCCHIA – Padre e due figli sono finiti in manette, arrestati dai carabinieri della tenenza di Cercola. Non una gita di famiglia a muovere in tarda serata i 3 uomini ma probabilmente la necessità di denaro. Armati di spranga hanno percorso in auto il tratto di strada che dalla loro abitazione di Massa di Somma arriva fino a Pollena Trocchia.

L’obiettivo un distributore di carburanti in via Cimitero. Prima a pugni e poi con una spranga, hanno picchiato selvaggiamente titolare e dipendente della pompa. Con un pugno hanno sfasciato il parabrezza del gestore dell’impianto e sono poi fuggiti con l’incasso, non prima di tentare di investire con l’auto una delle vittime.
I due sono stati visitati all’ospedale del mare e se la caveranno con 5 giorni di prognosi per le contusioni rimediate.
I 3 sono stati identificati grazie alle immediate indagini avviate dai carabinieri e sono stati raggiunti a casa e poi arrestati per rapina e danneggiamento. Sono ora in carcere.

Gli arrestati:
Giorgio De Simone, nato a Cercola, 52 anni;
Giuseppe De Simone, nato a Massa di Somma, 24 anni;
Emmanuele De Simone, nato a Massa di Somma, 22 anni.