“Sport contro le mafie”: doppio appuntamento per il Centro Nazionale Sportivo Fiamma

“Sport contro le mafie”: doppio appuntamento per il Centro Nazionale Sportivo Fiamma

L’associazione di Antonio Arzillo ha promosso gli eventi in occasione del trentesimo anniversario dalla morte dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino


CERIGNOLA/BRINDISI – Doppio appuntamento in Puglia per il progetto “Sport contro il sistema delle mafie” promosso dall’associazione Centro Nazionale Sportivo Fiamma per promuovere la diffusione dei valori dello sport in occasione del trentesimo anniversario dalla morte dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Venerdì 17 giugno, alle 20, a Cerignola, presso il centro sportivo Sport House, si terrà dalle ore 20 un quadrangolare di Beach Volley.

Sabato 18 giugno, invece, a Brindisi, presso il Cag (Centro di Aggregazione Giovanile) alle 10, in strada per Contardo, si terrà una conferenza di presentazione del progetto nel corso della quale interverranno Cesare Mevoli, responsabile regionale del Dipartimento Legalità, Immigrazione e Sicurezza, Maria Rita Malorzo, responsabile circolo Asi

“L’officina sociale” 3 settore, Isabella Lettori, assessore servizi sociali di Brindisi, Massimiliano Oggiano, capogruppo coniglio comunale di Brindisi, Luigi Caroli, consigliere regionale, e Antonio Arzillo, dirigente Centro Nazionale Sportivo Fiamma.

Nel corso dell’incontro si parlerà dei risultati della lotta contro le mafie a trent’anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio e della riqualificazione dei beni confiscati al Sud in un territorio come quello pugliese, oggi minacciato dai crimini e dalle attività illegali della Quarta Mafia.