Uccisa a coltellate dal figlio adottivo di 17 anni: chi era Filomena Galeone

Uccisa a coltellate dal figlio adottivo di 17 anni: chi era Filomena Galeone

Il giovane con le mani insanguinate si è affacciato al balcone di casa chiedendo aiuto perché, a suo dire, la madre stava per compiere l’estremo gesto


NAPOLI – Sessantuno anni, una vita intera col camice, diverse pubblicazioni di libri ed una famiglia. Quanto basta perchè una persona probabilmente, possa ritenersi felice. Invece così non è stato, almeno per Filomena che ieri sera è stata uccisa a coltellate dal proprio figlio di soli 17 anni. Un ragazzo voluto a tutti i costi, tanto che Filomena ed il marito, anche lui un medico, hanno adottato e gli hanno donato tanto amore. Ieri però, al culmine di una lite, il 17enne non ci ha pensato su due volte, ha preso tra le mani un coltello ed ha messo fine alla vita di Filomena. Il fatto è avvenuto in un’abitazione di rampe San Giovanni Maggiore, traversa di via Mezzocannone che conduce all’ingresso della grande basilica di San Giovanni Maggiore. Il giovane è stato sottoposto a fermo e deve rispondere di omicidio volontario.

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, tra madre e figlio sarebbe scoppiato un violento litigio, culminato nelle numerose coltellate inferte dal 17enne alla donna di 61 anni, Filomena Galeone, dirigente medico psichiatra in forza all’Asl Napoli 1, dopodiché lo stesso si è chiuso in casa. I primi ad entrare nell’abitazione sono stati i Vigili del fuoco attraverso una finestra. I poliziotti dell’Ufficio prevenzione generale della Questura di Napoli e del Commissariato Decumani hanno avviato le indagini sull’omicidio, la cui dinamica è apparsa subito chiara.

Il giovane con le mani insanguinate si è affacciato al balcone di casa chiedendo aiuto perché, a suo dire, la madre stava per compiere l’estremo gesto. Dal vicolo di Rampe San Giovanni Maggiore a Napoli i residenti hanno chiamato la polizia. Lui però, si è fatto trovare barricato in casa e c’è voluto l’intervento dei vigili del fuoco per aprire la porta.

CHI ERA FILOMENA GALEONE

Nata il 1 gennaio 1961, Filomena ha passato l’intera vita sui libri di medicina conseguendo dapprima la Laurea in Medicina e Chirurgia e poi una specializzazione in Neurologia ed un Training in Neuropsicologia clinica.

Negli anni successivi agli studi, la 61enne ha ricoperto vari incarichi su tutto il territorio, dall’essere il direttore tecnico di elettroencefalografia presso il centro “Neurosan” di Frattamaggiore, in provincia di Napoli, fino a diventare dirigente medico all’Asl Napoli 1 centro. Da non dimenticare anche i diversi incarichi avuti dalla donna tra i territori di Somma Vesuviana, all’Asl Caserta 2 ed a Castellammare di Stabia.