Anche la Campania risente della siccità: colpiti soprattutto cereali, grano tenero e duro

Anche la Campania risente della siccità: colpiti soprattutto cereali, grano tenero e duro

Col forte caldo e l’assenza di piogge si è passati da una produzione di 50 quintali per ettari a meno di 20


NAPOLI – La siccità in Campania ha colpito soprattutto i cereali, grano tenero e grano duro. Le temperature hanno anticipato il processo di maturazione ed essiccazione, costringendo le piantine di grano ad arrivare prima alla maturazione e quindi riducendo la capacità di accrescimento dei chicchi. Questo significa che siamo passati da una produzione di circa 50 quintali per ettaro alla metà, in alcuni casi sotto i 20 quintali per ettaro, ossia un terzo. E’ quanto emerge dalla mappa dei danni per la Campania messa a punto dalla Coldiretti.