Arzano, anziana ospitava stranieri a casa ma a sua insaputa: accusata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

Arzano, anziana ospitava stranieri a casa ma a sua insaputa: accusata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

L’operazione della polizia locale, guidata dal comandante Biagio Chiariello


ARZANO – A destare sospetti erano state delle dichiarazioni di ospitalità presentate in Prefettura da 6 immigrati che dichiaravano di abitare in un appartamento di Arzano dove abitava una anziana donna. Gli agenti della polizia locale, guidati dal comandante Biagio Chiariello, hanno prima acquisito presso l’ufficio immigrazione della Prefettura le dichiarazioni di ospitalità, poi si sono recati presso l’abitazione dove ad aprire la porta è stata una anziana donna che ha permesso agli agenti di verificare i luoghi.

Le indagini

Da incroci verifiche è risultato che solo uno dei soggetti, un cittadino bengalese, era presente e con regolare contratto, mentre gli altri 5, di varie nazionalità, mai sono stati in quella casa.

Il quadro emerso è chiaro, quello di creare i requisiti per l’ottenimento del “permesso di soggiorno” e la situazione abitativa costituisce un presupposto indispensabile per ottenerlo.

Acquisito tutto il carteggio è stato inviato alla Procura della Repubblica e tra le ipotesi di reato c’è il “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina” e “falsità ideologica commessa dal privato”