Canile dell’orrore in Campania, cane morto ancora legato e animali senza acqua e cibo

Canile dell’orrore in Campania, cane morto ancora legato e animali senza acqua e cibo

Al termine delle operazioni, i cinque cani sopravvissuti sono stati liberati e riconsegnati ai legittimi proprietari


BELLIZZI (SALERNO) – Macabra scoperta quella fatta dai Carabinieri a Bellizzi, in provincia di Salerno dove all’interno di un canile hanno trovato un cane morto ancora legato alla catena ed altri 5 rinchiusi in una gabbia senza acqua e cibo.

I militari forestali della stazione di Giffoni Valle Piana sono stati allertati dai volontari dell’associazione “Guardia Rurale Ausiliaria di Salerno” che hanno denunciato un presunto caso di maltrattamento sugli animali. I carabinieri, insieme ai volontari dell’associazione e ai veterinari dell’Asl di Battipaglia, sono intervenuti sul posto, un piazzale dismesso una volta utilizzato per il soccorso stradale nel Comune di Bellizzi, e hanno scoperto il canile-lager: all’interno del piazzale, infatti, i militari dell’Arma hanno rinvenuto sei cani – di cui uno, come detto deceduto, ancora legato a una catena – che non avevano né cibo né acqua a disposizione.

Sul piazzale, inoltre, erano presenti anche rifiuti di vario genere, speciali e domestici, nonché residui di rifiuti bruciati. Alla luce delle violazioni riscontrate, il responsabile dell’attività – presente al momento dell’ispezione dei carabinieri – è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per maltrattamento aggravato e abbandono di animali, nonché per combustione illecita di rifiuti; l’uomo è stato anche multato di 600 euro per l’abbandono di rifiuti. Al termine delle operazioni, i cinque cani sopravvissuti sono stati liberati e riconsegnati ai legittimi proprietari, mentre sono state imposte prescrizioni sanitarie per la bonifica dell’area.

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO