Si chiamava Filippo il 20enne morto ustionato a Casoria: aveva usato l’alcool per accendere il barbecue

Si chiamava Filippo il 20enne morto ustionato a Casoria: aveva usato l’alcool per accendere il barbecue

La fiammata lo ha ustionato in varie parti del corpo


CASORIA – Ieri sera i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Casoria sono intervenuti in un’abitazione di Via Toscanini, poco distante dal Mc Donald’s, dove un 20enne, Filippo Giuseppe Marzatico , aveva poco prima acceso una griglia da barbecue, utilizzando l’alcool etilico per alimentare il fuoco.  La fiammata di ritorno lo ha ustionato in varie parti del corpo, chi era con lui ha immediatamente allertato i sanitari del 118.

Il giovane è stato trasportato all’ospedale di Frattamaggiore, dove era stato intubato. Avrebbero dovuto spostarlo al Cardarelli ma a causa di complicanze, ha perso la vita prima che potesse essere trasferito. La salma è stata restituita ai familiari, Filippo era molto conosciuto in zona soprattutto per il suo lavoro da DJ.

Inizialmente dagli ambienti ospedalieri era trapelata la notizia che non fosse in pericolo di vita, invece le sue condizioni sono man mano peggiorate fino al decesso. Sulla vicenda indagano i Carabinieri.