Choc a Napoli, finto tecnico dell’Enel entra in casa, lega un’anziana alla sedia e la rapina

Choc a Napoli, finto tecnico dell’Enel entra in casa, lega un’anziana alla sedia e la rapina

L’ha legata mani e piedi con del nastro adesivo ed ha razziato tutto quello che ha trovato nei cassetti


NAPOLI – Assurdo quanto accaduto a Napoli dove un’anziana donna di 72 anni è stata legata e rapinata da un uomo che per entrare in casa si è finto tecnico dell’Enel. L’uomo ha detto di essere lì per controllare in contatore elettronico ed una volta dentro, si è richiuso la porta alle spalle e ha ordinato alla vittima di consegnargli il denaro. E, quando lei si è rifiutata, l’ha legata mani e piedi con del nastro adesivo ed ha razziato tutto quello che ha trovato nei cassetti. Cronaca, ancora da ricostruire nei dettagli, per la rapina avvenuta stamattina ai danni di una 72enne di Monte di Dio, nel centro di Napoli, soccorsa e trasportata all’ospedale dei Pellegrini.

Il finto tecnico si è presentato nell’appartamento intorno alle 9:30 di questa mattina, 8 luglio. Indossava degli abiti da lavoro, probabilmente aveva addosso anche loghi e targhette. Tutto per convincere l’ignara vittima che fosse realmente un inviato della compagnia elettrica e che fosse lì per un controllo di routine sul contatore. E il travestimento ha funzionato: la donna lo ha fatto entrare senza sospettare nulla, per poi accorgersi del raggiro quando era ormai troppo tardi.

Dopo aver velocemente cercato in mobili e cassetti, secondo quanto riporta Fanpage, il criminale si è dato alla fuga lasciandosi alle spalle la donna legata e ferita. Le urla della vittima sono state sentite da alcuni vicini di casa, che le hanno prestato i primi soccorsi e hanno allertato le forze dell’ordine. Sul posto è intervenuta una volante della Polizia di Stato, le indagini sono affidate alla Squadra Mobile della Questura di Napoli. La vittima è stata accompagnata in codice giallo al Pronto Soccorso del Pellegrini, le sue condizioni non destano preoccupazione; oltre alla paura, avrebbe riportato soltanto delle escoriazioni dovute alla breve colluttazione.