Choc al campeggio, filma una bambina mentre fa la doccia: pedofilo rischia il linciaggio

Choc al campeggio, filma una bambina mentre fa la doccia: pedofilo rischia il linciaggio

Solo l’intervento dei Carabinieri di Terracina ha salvato l’uomo da una violenta aggressione


LATINA – Assurdo quanto accaduto in un campeggio del sud Pontino, in provincia di Latina, dove un uomo ha rischiato di essere letteralmente linciato da tantissime persone dopo che ha ripreso una bambina di 13 anni mentre faceva la doccia. L’uomo è stato tratto in salvo dai carabinieri giunti sul posto che lo hanno denunciato.

LA VICENDA

LA giovanissima si trova in vacanza con i genitori in campeggio. Dopo una giornata passata tra spiaggia e mare, va a fare la doccia come d’abitudine nei bagni della struttura ricettiva. Si spoglia, si insapona e a un certo punto si sente osservata, si gira di scatto e intravede una mano che si allunga da sopra il divisorio, ritraendosi subito indietro stringendo un oggetto che identifica come un telefono cellulare. Urla e chiede aiuto. Immediatamente arrivano i genitori e altre delle persone presenti, avvicinandosi da tende e camper per capire cosa sia accaduto, perché quelle urla e quella agitazione.

Il presunto pedofilo, un commerciante residente a Frosinone, sarebbe stato scoperto a filmare con il telefono cellulare la ragazzina. Il molestatore è stato però scoperto e ne è scaturito un gran trambusto, con l’uomo che ha rischiato grosso di fronte a tutto il campeggio inferocito.

Denunciato a piede libero, il telefono è stato sequestrato

L’uomo è stato prima sottratto alle possibili conseguenze del suo gesto dai carabinieri di Terracina che, intervenendo e disponendone l’allontanamento dalla struttura, hanno evitato che venisse aggredito forse con gravi conseguenze.