Choc in Campania, Pony legata ad un palo e “condannata a morte”: salvata in extremis

Choc in Campania, Pony legata ad un palo e “condannata a morte”: salvata in extremis

L’animale era stato abbandonato e legato per far sì che morisse di fame


CASTEL SAN GIORGIO (SALERNO) – È finita con un lieto fine la storia della pony Luce che a Castel San Giorgio fu legata ad un albero e condannata a morire di stenti. Luce, però, riuscì a spezzare la corda a furia di morsi e fu salvata dai Vigili del fuoco.

Ora Luce è stata adottata da Teresa Salzano, responsabile del canile di Cava de’ Tirreni dove la pony, dopo il salvataggio, fu affidata in condizioni disperate. Dopo le amorevoli cure ricevute dai volontari, aveva cominciato ad alzarsi sulle proprie zampe e per lei ora inizia una nuova vita anche in compagnia dei suoi nuovi amici “di coda” Zaffiro e Carletto.

La storia di Luce è stata raccontata in un video realizzato dalla stessa Salzano che ha voluto così celebrare l’evento dell’adozione.

“Una nuova vita comincia per Luce, della cui vicenda ci eravamo occupati, fatta di amore e di rispetto. Siamo davvero molto contenti ed emozionati.”- ha commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli –“Non tutte le storie però  si concludono con un lieto fine, molte finiscono in tragedia, altrettante restano ignote. Per questo è necessario tenere acceso sempre un riflettore sul maltrattamento degli animali, oggi un argomento sin troppo ai margini.”

COMUNICATO STAMPA

IL VIDEO

(1) Watch | Facebook