Napoli, intera famiglia beccata a rubare i profumi: anche un minorenne si macchia del reato

Napoli, intera famiglia beccata a rubare i profumi: anche un minorenne si macchia del reato

Borrelli: “Chiediamo pene esemplari per i genitori e l’intervento dei servizi sociali. Bambini vanno salvati e sottratti alle famiglia prima che sia troppo tardi”


NAPOLI – Le telecamere di videosorveglianza di una profumeria, in via Chiaia, hanno beccato 5 persone, due donne e tre uomini, di cui due minorenni, mentre rubavano la merce in esposizione. Dalle immagini si riesce a capire chiaramente la tattica messa in atto dai ladri. I due uomini adulti hanno distratto la persona alla cassa mentre la donna, adulta, e il ragazzo, minorenne, hanno preso dei profumi dagli scaffali per nasconderlo nelle borse o sotto i vestiti. I 5 non hanno mancato di portare con se, all’interno di un passeggino, anche un bimbo.

“Sono scene di quotidiana follia quelle che si vivono nella nostra città – ha commentato il consigliere regionale, Francesco Emilio Borrelli – Un’intera famiglia dedita alla delinquenza che istruisce e incita anche i più piccoli, non sappiamo se figli o nipoti, a commettere questi reati. Dalle immagini si capisce che non è la prima volta per quella che sembra essere una squadra di delinquenti ben rodata. In questi casi la realtà supera l’immaginazione perché, come se quanto raccontato non bastasse, queste persone hanno pensato bene di munirsi di passeggino e portare con loro anche un bimbo di pochi mesi. Per questa gente ci vogliono pene esemplari e soprattutto chiediamo con forza l’intervento dei servizi sociali. I minorenni vanno sottratti alle famiglie dei delinquenti e salvati dalla malavita prima che sia troppo tardi”. Ha così concluso Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.