Napoli, taxi abusivi nel mirino: maxi retata all’aeroporto di Capodichino

Napoli, taxi abusivi nel mirino: maxi retata all’aeroporto di Capodichino

Infine, gli operatori hanno ritirato le licenze a tre tassisti per aver violato le norme sulla licenza


NAPOLI – Ieri gli agenti del Commissariato Secondigliano, della Polizia di Frontiera Aerea di Napoli – Capodichino e personale della Polizia Municipale – Unità Operativa Aeroporto, con il supporto dell’Unità Operativa Polizia Turistica, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel quartiere Secondigliano e presso l’aeroporto di Capodichino per contrastare il fenomeno del trasporto pubblico abusivo.

Nel corso dell’attività sono state identificate 104 persone, di cui 29 con precedenti di polizia, controllati 52 veicoli, di cui 2 sottoposti a sequestro amministrativo e 7 a fermo amministrativo, e contestate 22 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, mancata revisione periodica, per non aver ottemperato all’alt e per circolazione con veicolo già sottoposto a sequestro.

Inoltre, i poliziotti hanno sanzionato 4 conducenti NCC per aver circolato con vettura NCC violando le prescrizioni dell’autorizzazione, un altro poiché sprovvisto del certificato di abilitazione professionale (CAP) che abbinato alla patente civile consente la guida delle autovetture di noleggio con conducente (NCC) e 2 persone che avevano adibito il loro veicolo privato a taxi senza essere in possesso della prescritta licenza.

Infine, gli operatori hanno ritirato le licenze a tre tassisti per aver violato le norme sulla licenza, sul fuori turno e per aver circolato con autorizzazione scaduta segnalandoli altresì all’Ufficio Trasporto Pubblico non di linea del Comune di Napoli.

COMUNICATO STAMPA