Napoli, terrore fuori la discoteca: colpi di pistola e agenti della security picchiati

Napoli, terrore fuori la discoteca: colpi di pistola e agenti della security picchiati

Arrestato l’autore, si era vendicato perchè non lo avevano fatto entrare nel locale


NAPOLI – Ieri, personale della Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Napoli, nei confronti di MARINIELLO Gabriele di anni 25 per i reati di detenzione e porto di arma comune da sparo e violenza privata, aggravati dal metodo mafioso.

La misura cautelare compendia gli esiti delle indagini relativi all’esplosione di colpi d’arma da fuoco avvenuta la notte tra il 27 ed il 28 novembre 2021 all’esterno di una discoteca sita nel Centro Direzionale di Napoli.

Dall’attività investigativa è emerso che quella notte l’odierno indagato, dopo aver importunato gli avventori del locale, è stato allontanato dagli addetti alla sicurezza, ma per vendicare l’affronto subito dopo qualche ora è ritornato presso la discoteca in argomento e dopo aver aggredito fisicamente e verbalmente il personale della security ha esploso dei colpi d’arma da fuoco durante il deflusso della clientela.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO