Racket, sequestri e omicidi: Pianura terra di nessuno. In manette Calone Antonio per estorsione

Racket, sequestri e omicidi: Pianura terra di nessuno. In manette Calone Antonio per estorsione

L’uomo è legato all’organizzazione camorristica Esposito / Marsicano / Calone 


NAPOLI – Su delega del Procuratore della Repubblica Distrettuale f.f. di Napoli, si comunica che ieri la Squadra Mobile di Napoli ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di:

CALONE Antonio, nato a Napoli il  25.11.1982 in quanto ritenuto gravemente indiziato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

L’attività investigativa, svolta dalla Squadra Mobile e dal Commissariato Pianura della Questura di Napoli, coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia, ha consentito di documentare un tentativo di estorsione posto in essere il 15 giugno dal destinatario del provvedimento in danno di un rivenditore di articoli casalinghi del quartiere Pianura.

Si precisa che CALONE Antonio, legato all’organizzazione camorristica Esposito / Marsicano / Calone di Pianura, è attualmente già detenuto[1] in quanto arrestato nella recente operazione del 14 luglio scorso che ha interessato il citato quartiere. Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

COMUNICATO STAMPA