Spiagge libere in Campania: blitz degli attivisti sul litorale flegreo per la ‘Presa della Battigia’

Spiagge libere in Campania: blitz degli attivisti sul litorale flegreo per la ‘Presa della Battigia’

A Procida, Pozzuoli e in tutta Italia. “E’ il nostro 14 luglio”


CAMPANIA – L’hanno ribattezzata ‘La presa della Battigia’, ispirandosi all’evento storico culminante della Rivoluzione francese del 1789 accaduto proprio 14 luglio, l’azione di protesta avvenuta su un arenile di Arco Felice, litorale flegreo a nord di Napoli. I manifestanti, del Comitato mare libero bene comune, hanno portato striscioni e volantini tra i bagnanti della storica spiaggia libera delle Monachelle denunciando lo sconfinamento del gestore del lido balneare confinante che avrebbe allargato di molti metri la sua area di pertinenza.

“Ci risulta che appena pochi giorni fa – ha spiegato al megafono uno dei manifestanti – Carabinieri e Capitaneria di porto hanno riscontrato che il lido qui di fianco utilizza senza permesso un grande pezzo di spiaggia che dovrebbe invece essere messo gratuitamente a disposizione evitando, come sta accadendo anche stamattina, che in tanti dobbiate essere costretti a condividere pochi metri di spiaggia”.

“Oggi – ha aggiunto un altro manifestante – è il giorno della presa della battigia, è il nostro 14 luglio e così come accadde in Francia alla Bastiglia faremo ache noi una piccola rivoluzione pur di far valere il nostro diritto ad un mare libero”. Dopo aver incassato l’appoggio e l’applauso dei presenti l’iniziativa è proseguita con la misurazione del lido e la simbolica riappropriazione dell’arenile in eccesso dove i manifestanti, una volta segnalato il perimetro con del nastro rosso e bianco, hanno steso teli per poi tuffarsi in acqua. Analoga iniziativa, come su altre spiagge in Italia per iniziativa dell’associazione ‘Mare Libero’, si è svolta a Procida dove altri manifestanti hanno sfilato in corteo sulla famosa spiaggia della Chiaiolella.