Tragedia a Napoli, studentessa di 25 anni trovata morta in casa: è giallo

Tragedia a Napoli, studentessa di 25 anni trovata morta in casa: è giallo

Sarà l’autopsia a stabilire la causa del decesso


NAPOLI – Tragedia quella che si è consumata nella giornata odierna a Napoli dove una giovane di 25 anni, Silvia Sabato, è stata ritrovata priva di vita all’interno del proprio appartamento in zona universitaria, al centro storico di Napoli. La giovane, studentessa della facoltà di archeologia, era una fuori sede in quanto originaria della Basilicata.

A dare la notizia è stato il primo cittadino di Bella, il comune il provincia di Potenza di cui era originaria la giovane vittima. Non è ancora chiara la dinamica della morte della 25enne ma si esclude l’omicidio o l’aggressione poichè non vi erano tracce di violenza sulla salma. L’ipotesi è quella di un malore improvviso. Ai lati della bocca della vittima sono state trovate tracce di sangue. Sarà l’autopsia a stabilire la causa del decesso.

Leonardo Sabato, sindaco di Bella, ha annunciato la scomparsa di Silvia sui propri canali Social. Il primo cittadino ha scritto: “Dolore e sgomento per la morte di un’altra giovane vita strappata alla famiglia, ai parenti e agli amici. La morte è sempre un mistero, ma quando essa colpisce una giovane ragazza si perde ogni equilibrio. Per ora non ci resta che il silenzio e stringerci al dolore della famiglia. Riposa in pace Silvia“.