Al voto il 25 settembre, due giuglianesi capilista al Senato: Castellone per M5S e Dell’Aquila per Noi Moderati

Al voto il 25 settembre, due giuglianesi capilista al Senato: Castellone per M5S e Dell’Aquila per Noi Moderati

La pentastellata in lizza anche nel maggioritario. Poche chances per gli altri giuglianesi in corsa


GIUGLIANO – Poco più di un mese alla prossima tornata elettorale del 25 settembre che disegnerà i nuovi rami del Parlamento, dopo il taglio dei rappresentanti in Camera e Senato che per la prima volta vedrà eletti 600 tra deputati e senatori in luogo dei 945 abituali. La legge elettorale resta però la stessa, quel Rosatellum che prende il nome da Ettore Rosato e che prevede una formula mista per ambo le Camere con una parte dei seggi assegnata con il sistema maggioritario ed una parte con il proporzionale.

La città di Giugliano è stata rappresentata nella precedente legislatura da due parlamentari, il Deputato Salvatore Micillo e la Senatrice Mariolina Castellone, entrambi eletti tra le file del Movimento 5 Stelle nei collegi di Camera e Senato afferenti alla città di Giugliano. Due vittorie “in casa”, quindi, che potranno essere ripetute solo in parte poiché Micillo dopo il secondo mandato è fuori dai giochi e a contendersi il posto da Deputato saranno Domenico Sbrescia per il centrodestra, Fiorella Zabatta per il centrosinistra e Antonio Caso per i pentastellati. La Castellone, capogruppo al Senato, è invece candidata nell’uninominale al Senato e dovrà vedersela con Elena Scarlato per il centrodestra e Davide Crippa per il centrosinistra. Candidata anche Arianna Organo con Unione Popolare, già in lizza per il posto di sindaco di Giugliano alle ultime amministrative.

Poche chances per i giuglianesi di elezione alla Camera anche al maggioritario, dove i posti di capolista sono tutti appannaggio di nomi provenienti dal panorama nazionale come Tajani, Conte, Di Maio, Speranza e Rosato. Possibilità per Michele Schiano, consigliere regionale e già sindaco di Qualiano, in seconda posizione con Fratelli d’Italia, mentre serviranno tre seggi al PD per far riapprodare a Roma Raffaele Topo, deputato uscente.

In Senato invece c’è un giuglianese capolista, si tratta dell’ex consigliere comunale Antonio Dell’Aquila che guida il listino di Noi Moderati, formazione centrista in appoggio al centrodestra. Se scatterà un seggio a palazzo Madama, sarà il suo. Anche lui se la vedrà con big come Berlusconi, Renzi, Franceschini e Bonino. Mariolina Castellone è capolista anche nel proporzionale, un giusto attestato di stima per l’importante lavoro svolto tra i banchi del Senato.

Secondo in lista dietro di lei è Luigi Nave, già consigliere comunale a Villaricca e in città Metropolitana.