Asìa Napoli, in 26mila per 500 assunzioni: la data della partenza del concorso

Asìa Napoli, in 26mila per 500 assunzioni: la data della partenza del concorso

Le prove si svolgeranno alla Mostra d’Oltremare


NAPOLI – In totale sono 26mila i partecipanti al concorso Asìa per 500 posti.  Si comincia — il calendario è stato pubblicato sul sito della società pubblica — il 12 settembre con gli scritti, che si protrarranno con tre turni quotidiani fino al 30 settembre. Appuntamento alla Mostra d’Oltremare — padiglione 10 — con ingresso da Piazzale Tecchio. I candidati dovranno indossare la mascherina anti Covid FFP2. Nel caso accusino sintomi da coronavirus, il regolamento li invita a restare a casa, ma in questo caso non avranno una possibilità di appello. I varchi saranno aperti alle 8 e chiusi alle 9 per la prima sessione. Per la seconda l’ apertura è alle 12 e la chiusura alle 13. Per la terza ed ultima sessione ogni giorno i varchi saranno spalancati alle 16 e chiusi alle 17.

LE REGOLE

Per accedere alla sede di esame gli aspiranti operatori ecologici dovranno presentarsi muniti di documento di riconoscimento in corso di validità e della tessera sanitaria o del codice fiscale nonchè della ricevuta di presentazione della domanda rilasciata dal sistema informatico. Sono vietati accompagnatori e bagagli salvo «situazioni eccezionali che dovranno essere documentate». Non è consentito — informa poi la società di igiene urbana del Comune di Napoli — «introdurre nelle sale dove si svolgeranno le prove scritte sacche, valige o contenitori di qualunque genere; telefoni cellulari, agende elettroniche, smartwatch, tablet ed altri strumenti idonei alla memorizzazione di informazioni ovvero alla ricezione e trasmissione di dati, carta da scrivere, appunti, manoscritti, codici, libri o pubblicazioni di qualunque tipo». Nelle sale di esame — prosegue la nota di Asìa — «è esclusivamente consentito l’uso di sacchetti trasparenti contenenti alimenti, bevande ed effetti personali». Vietato tassativamente andare alla toilette durante la prova.

CINQUANTA QUESITI

Il compito, che si svolge con modalità informatiche, è costituito da cinquanta quesiti a risposta multipla. Tre le soluzioni proposte, tra le quali ogni candidato dovrà indicare quella che reputa sia giusta. Le materie? Cultura generale, nozioni di base di igiene ambientale, di gestione rifiuti e raccolta differenziata, nozioni di base in materia di sicurezza sul lavoro; diritti e doveri dei lavoratori; elementi del codice della strada. Per la soluzione dei quesiti ogni candidato avrà a disposizione cinquanta minuti. In caso di totale incertezza non conviene tentare la sorte, perché per ogni risposta sbagliata scatta una penalizzazione di mezzo punto. I cinquanta quesiti che concorrono a formare i questionari oggetto di ciascuna sessione d’esame vengono ricavati dalla banca dati dei quesiti validata dalla Commissione e pubblicata sul sito. Per il superamento della prova scritta i candidati dovranno ottenere una votazione di almeno 30 su 50. I risultati — dopo la conclusione dell’ultima sessione — saranno pubblicati nella sezione dedicata ai bandi di concorso del sito internet dell’Asìa.