Bambina abbandonata in una scatola, parla il poliziotto: “Da padre mi sono emozionato”

Bambina abbandonata in una scatola, parla il poliziotto: “Da padre mi sono emozionato”

La piccola era stata trovata stamattina da un’ostetrica in una scatola appoggiata al muro


MONZA – “Da padre mi sono emozionato ed immedesimato umanamente per quanto stava accadendo ed intimamente abbiamo gioito perché tutto stava volgendo al meglio per il bene della piccola”. Queste le parole all’ANSA di uno degli agenti della Questura di Monza e Brianza, che questa mattina è accorso all’ospedale San Gerardo, dopo che un’ostetrica ha trovato una neonata di poche ore in una scatola, appoggiata su un’auto.

Le parole commosse dell’agente

“Appena arrivati sul posto abbiamo ricostruito i primi momenti della vita di questa piccola – ha detto l’agente – dopo aver raccolto la testimonianza commossa della professionista che l’ha trovata e soccorsa”. Insieme all’ostetrica, ha spiegato il secondo agente di Polizia, “abbiamo preso immediatamente contatti con il medico di turno, preoccupati dello stato di salute della bambina e di ciò che avrebbero potuto riferirci i medici”.

Poi, dopo che le visite hanno confermato il buono stato di salute della bimba, “ci siamo sentiti rassicurati e abbiamo intrapreso le attività necessarie per ricostruire l’accaduto, in particolar modo ascoltando il racconto dell’ostetrica che aveva ritrovato la neonata”.