Banda del buco in azione a Roma: arrestati 2 napoletani, denunciati 2 romani

Banda del buco in azione a Roma: arrestati 2 napoletani, denunciati 2 romani

Alcuni di loro avrebbero precedenti per furto. Uno è stato estratto dopo essere rimasto incastrato ed è ricoverato in gravi condizioni


ROMA/NAPOLI – Sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale due dei quattro sospettati di far parte di una banda, che sarebbe stata sorpresa oggi a scavare un tunnel vicino a due banche in via Innocenzo XVI a Roma, prima che crollasse il solaio del cunicolo. I due finiti in manette sarebbero arrivati da Napoli, mentre gli altri, romani, sono stati denunciati per danneggiamento e crollo colposo. Alcuni di loro, secondo quanto emerge dalla procura di Roma, avrebbero precedenti per furto.

Dopo che era scattato l’allarme perché uno di loro era rimasto incastrato nel tunnel (poi liberato dopo diverse ore ed attualmente ricoverato in ospedale), gli altri membri della banda si sono dati alla fuga, per poi essere ritrovati dai carabinieri e portati nella caserma Trastevere. Per diverse ore sono stati interrogati, nel tentativo di chiarire per quale motivo stessero scavano il cunicolo. Ma per il momento dalla procura non è stato ancora chiarito se il cantiere improvvisato servisse o meno per mettere a segno un furto in una delle due banche della zona.

UNO DEI COMPONENTI DELLA BANDA ERA STATO ESTRATTO DAL TUNNEL

È stato estratto dal tunnel profondo almeno cinque metri in cui era rimasto incastrato l’uomo che da più di 8 ore i vigili del fuoco stavano soccorrendo in via Innocenzo XVI nel quartiere Aurelio di Roma, a due passi dalla Basilica di San Pietro. Si tratterebbe di un uomo di 50 anni, secondo il Corriere della Sera, rimasto sommerso dalla terra che gli è crollata addosso. Le sue condizioni di salute sarebbero gravi, al punto da essere ricoverato all’ospedale Gemelli in prognosi riservata. Per salvarlo è stata usata anche una ruspa, che ha allargato il varco che si era aperto sulla strada. L’uomo pare stesse scavando il cunicolo assieme ad altre tre persone, intercettate dai carabinieri mentre si aggiravano intorno al luogo dell’incidente. Il tunnel partiva da un negozio sfitto. In zona, a qualche centinaio di metri, ci sono due banche. Gli inquirenti sospettano che i quattro facciano parte di una banda di ladri che stava preparando un colpo in uno dei caveau vicini.

FONTE: OPENONLINE.IT