Campania, Pasquale viene aggredito in casa sua e muore in ospedale: ipotesi rapina finita male

Campania, Pasquale viene aggredito in casa sua e muore in ospedale: ipotesi rapina finita male

L’uomo aveva una compagna che però, al momento dell’aggressione era assente perché si trovava a lavoro. Gli investigatori stanno battendo tutte le piste


MADDALONI/CASERTA – Un commerciante è morto ieri mattina all’ospedale di Caserta, dove era ricoverato dopo essere stato aggredito due notti fa in casa sua in via Cancello a Maddaloni. La vittima si chiamava Pasquale Cattolico, aveva 81 anni ed era un rivenditore di cose vecchie e usate. I poliziotti del Commissariato di Maddaloni, allertati da alcuni familiari, l’hanno ritrovato in casa riverso a terra senza sensi. Immediatamente è scattata la macchina dei soccorsi. L’uomo è stato subito trasportato dall’ambulanza del 118, chiamata dagli agenti, presso l’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta in codice rosso, dove è arrivato nella notte. Nonostante le cure mediche ricevute, però, l’uomo è deceduto in mattinata e non è ancora chiaro se la morte sia stata causata dall’aggressione ricevuta, oppure sia sopraggiunta per altri motivi. Il pm di turno ha disposto l’autopsia sul corpo dell’81enne.

L’ipotesi di una rapina finita male

Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile della Questura di Caserta. Non si esclude che l’uomo possa essere stato vittima di una rapina finita male o di una violenta aggressione legata alla sua attività. Cattolico era un rivenditore di cose vecchie e usate. Le forze dell’ordine stanno procedendo ad inventariare gli oggetti che erano presenti in casa e che mancano. L’anziano aveva una compagna che però, al momento dell’aggressione era assente perché si trovava a lavoro. Gli investigatori stanno battendo tutte le piste e si indaga a 360 gradi. Solo nelle prossime ore potrebbero emergere ulteriori elementi, che potrebbero aiutare a chiarire meglio quanto accaduto.

FONTE: FANPAGE.IT