Controlli della movida ad Ischia: fermato un latitante minorenne, affidato a comunità

Controlli della movida ad Ischia: fermato un latitante minorenne, affidato a comunità

Sono almeno 20 i minorenni napoletani fermati ed identificati dalla Polizia


ROMA – Almeno 20 minorenni napoletani sono stati fermati ed identificati dalla Polizia di Stato di Ischia nell’ambito di un controllo mirato a reprimere il fenomeno della micro delinquenza nelle zone del centro di Ischia Porto; fra di loro anche vari pregiudicati ed un latitante pluripregiudicato per vari reati, fermato in seguito al controllo e dopo l’identificazione affidato ad una comunità su disposizione della Procura minorile.

L’azione degli agenti coordinati dal vice questore Ciro Re è stata effettuata in seguito ai numerosi episodi di violenza avvenuti nelle ultime settimane, nelle zone della movida ed in quelle centrali del comune isolano capoluogo, opera quasi sempre di giovani e giovanissimi napoletani in villeggiatura sull’isola che sono risultati quasi tutti residenti tra i Quartieri Spagnoli, Fuorigrotta, Forcella e la Sanità.

Nello scorso weekend inoltre, la Polizia ha controllato sull’isola complessivamente 674 persone e 279 veicoli, elevando numerose sanzioni per violazione del codice della strada e ritirando due patenti. Nel corso dei controlli è stato fermato R.L. per detenzione e spaccio di stupefacenti; all’uomo sono stati sequestrati 2000 euro in contanti e la bici elettrica utilizzata per l’attività di vendita della droga. Il suo fermo, nella zona di San Pietro, ha provocato la reazione di diversi turisti napoletani che soggiornano in zona e che hanno cercato di impedirlo.