Il Napoli parte forte e scaccia le critiche. 5 gol al Verona in attesa degli ultimi movimenti di mercato

Il Napoli parte forte e scaccia le critiche. 5 gol al Verona in attesa degli ultimi movimenti di mercato

Sugli scudi Kvaratskhelia autore di gol e assist


Finalmente ritorna il Campionato e lo fa col botto. Per la prima volta nella storia della Serie A tutte le squadre classificate nelle prime 8 posizioni del Campionato precedente, hanno vinto la prima partita della nuova stagione di Serie A, che tra l’altro non ha registrato nessun pareggio.

Non mancano invece le polemiche, segnalate in modo particolare sul rigore dubbio concesso al Milan contro l’Udinese, e poi sul Gol sacrosanto annullato alla Sampdoria in avvio gara, con il quale i doriani erano passati in vantaggio ad inizio partita, gara poi persa per 2-0 contro l’Atalanta. Errore tra l’altro sancito dal Var, che desta subito non poche preoccupazioni per la stagione appena cominciata.

Vincono quindi tutte le prime otto classificate nell’ultimo campionato di Serie A: Milan, Atalanta, Inter, Fiorentina, Lazio, Roma, Juventus e naturalmente il Napoli, che fa una grandissima partita al Bentegodi contro il Verona.

Ottima prestazione degli Azzurri che dilagano nella ripresa vincendo la partita per 5-2, anche con un gol dubbiamente annullato. Verona che perde la quadratura difensiva e subisce la goleata Azzurra di un Napoli che domina, dilaga, annienta l’avversario e che sa reagire anche all’inizio di gara, quando va sotto di un gol, poi lo recupera, ne fa un altro allo scadere del primo tempo, si fa raggiungere all’inizio della ripresa ma non si arrende e dilaga completamente dimostrando qualità e determinazione.

Un Napoli che risponde sul campo alle tante polemiche di queste ultime settimane a causa dell’addio di alcuni Big che hanno rappresentato la Maglia Azzurra negli ultimi anni, dimostrando anche di aver finalmente abbandonato quel senso di arrendevolezza che ha trasmesso negli ultimi tempi, sembrando anche di rappresentare in pieno lo stile napoletano con la sua “cazzimma”.

Ovviamente è un Napoli “work in progress” ed incompleto, che deve ancora sistemare alcune lacune e che ha battuto “solo” il Verona, ma lo ha fatto con personalità, con il 71% di possesso palla in esterna, con 19 tiri totali contro solo 5 dei padroni di casa, giocando senza deprimersi alle prime difficoltà, contro una squadra che ha sempre creato problemi agli Azzurri. L’ultima partita contro il Verona risale a Marzo di quest’anno in cui il Napoli vinse 2-1 solo al 71esimo di gara, e nei precedenti scontri consecutivi contro i gialloblù, gli Azzurri portarono a casa solo 2 pareggi e 1 sconfitta.

Il Verona è una squadra con la quale il Napoli ha sempre sofferto e tutti ricordano ancora quel 23 Maggio 2021 dove perse la Champions contro una squadra ormai salva. Inoltre il Napoli non segnava al Verona più di 2 Gol dal 2017 e più di 3 dal 2014. Dati ancora più significativi se consideriamo che con questa partita, per la prima volta nella sua storia, il Napoli ha segnato più di 4 Gol in un match di debutto stagionale in Serie A, mentre allo stesso tempo il Verona ne ha subíti più di 4 per la prima volta in un match di debutto stagionale di serie A.

Dati che seppur non fanno vincere medaglie, però indubbiamente rappresentano statistiche interessanti.
Ma un’altra cosa interessante sono i nuovi acquisti del Napoli, uno su tutti Kvaratskhelia, giocatore devastante che in campo ci ha messo lampi di genio, classe, sinistro, testa e velocità. In 68 minuti giocati, ha realizzato 1 Gol, 1 assist, 2 tiri in porta e 2 passaggi chiave, tentando 8 dribbling e realizzando 20 su 24 passaggi riusciti, giocando in maniera sublime e rappresentando in questo momento un grande colpo di mercato del Napoli. Ma tutta la squadra ha girato bene, soprattutto il solito grande Lobotka, che riparte da dove l’abbiamo lasciato, con il 98% di precisione sui 50 passaggi riusciti, 13 recuperi palla, 11 duelli vinti, 2 lanci lunghi riusciti e realizzando anche 1 Gol in cui fa tutto da solo partendo veloce dalla trequarti e mandando la palla dritta nell’angolino.

Poi ci sono tutti gli altri, tra cui Osimhen che segna 1 gran Gol su calcio d’angolo battuto da Di Lorenzo. Il nigeriano l’anno scorso ha segnato 1 volta ogni 128 minuti, peccato per gli infortuni altrimenti avrebbe avuto una media da 30 Gol all’anno. Speriamo che finalmente in questa stagione sfrutti tutto il suo potenziale visto già in campo ieri, anche col bellissimo passaggio di tacco per il Gol di Politano, che segna il quinto Gol della partita chiudendo il match.
Menzione speciale anche per Zielinski e il suo gran bel Gol servito da Kvaratskhelia e giocato tutto in verticale, emblema che rappresenterà probabilmente il nuovo Napoli.

Davvero una gran bella partita degli Azzurri, che allietano i propri tifosi in una calda giornata di Ferragosto e sporcata solo dai vergognosi ululati razzisti contro Osimhen durante la partita al Bentegodi.

Ora si aspettano i nuovi innesti, sperando già in settimana di chiudere alcune trattative, considerando anche la sicura partenza di Fabian Ruiz, di cui Spalletti nel dopo partita ha dichiarato: “Fabian? La squadra ha fatto vedere che sa stare in campo e che sa dove andare anche senza chi non vuole venire a giocare con noi, quindi parliamo solo dei meriti di chi c’era“. Parole forti che dimostrano ormai l’addio imminente dello spagnolo.

E allora per ovviare alla situazione, a centrocampo sembra ormai fatta per Tanguy Ndombelé dal Tottenham, centrocampista centrale di 25 anni bravo tecnicamente e tatticamente, molto abile negli inserimenti offensivi. Nella scorsa stagione ha giocato una parte con la maglia del Tottenham e una parte con la maglia del Lione in Ligue 1, collezionando 31 presenze con 3 gol e 3 assist. Il giocatore dovrebbe arrivare in prestito oneroso di 1 milione con diritto di riscatto a 30 milioni di euro.

Inoltre il Napoli cerca di chiudere anche per Giacomo Raspadori, per cui resta una piccola distanza da colmare col Sassuolo, e Keylor Navas portiere del PSG, squadra a cui probabilmente sarà ceduto Fabian Ruiz, favorendo quindi la trattativa per portare Navas in Azzurro.

Poi ovviamente tutti aspettano di vedere finalmente con la Maglia Azzurra il neo acquisto Cholito Simeone, di cui a breve si aspetta l’ufficialità del Napoli, un altro colpo importante del mercato Azzurro in attacco, preso in prestito proprio dal Verona per 3 milioni più 12 di riscatto, con l’obbligo nel caso di posizionamento Champions e al raggiungimento di 20 gol in campionato dell’argentino.

E quindi ora non ci resta che aspettare la fine del Calciomercato e viverci già da subito le emozioni di questa nuova stagione del Napoli, sperando di continuare sulla scia di questa grande prima Vittoria stagionale.

#ForzaNapoliSempre