Il Napoli va come un treno: 4 gol al Monza, 9 nelle prime due partite

Il Napoli va come un treno: 4 gol al Monza, 9 nelle prime due partite

Torna l’entusiasmo allo stadio. Sugli scudi ancora una volta Khvicha Kvaratskhelia


Sotto lo sguardo attento e gli occhi pieni di entusiasmo dei circa 40.000 spettatori al Maradona (ma non erano tutti delusi?), il Napoli gioca una partita perfetta dal primo all’ultimo minuto, travolgendo il Monza con un Poker e portandosi a punteggio pieno.

I tantissimi tifosi sono accorsi allo Stadio per vedere il nuovo Napoli targato De Laurentiis, in un clima di festa che è sfociato in canti e balli dei presenti e dei protagonisti (Osimhen su tutti!) dopo un’altra bella prestazione della squadra.

Con la presenza dei nuovi acquisti del Napoli arrivati in settimana, gli Azzurri divertono i tifosi con il 59% di possesso palla, 12 tiri totali e ben 10 angoli, contro un Monza che non è mai pericoloso e che commette troppi falli mai sanzionati dall’arbitro Fourneau, che non solo evita troppe volte il cartellino giallo, ma commette anche 3 gravi errori a cui neanche il Var Irrati fa da supporto.

Il primo errore è un rigore solare non concesso al Napoli né dall’arbitro né dal Var, per il braccio larghissimo di Ranocchia in area sul tiro di Anguissa, in cui al check si decide di non concedere il penalty agli Azzurri. Altro errore è il mancato rosso a Ferrari, per un bruttissimo fallo a gamba tesa ed alta che arriva fin sopra al ginocchio di Lobotka.

Infine, Fourneau addirittura non vede l’evidente spinta di Petagna su Rrahmani in area di rigore, sul Gol chiaramente avvantaggiato da questo fallo che per fortuna almeno il Var segnala e di conseguenza, dopo aver visto le immagini, l’arbitro annulla.

Ma tutto questo non ferma gli Azzurri dal fare una grande partita ed una grande vittoria, con uno scatenato Kvaratskhelia che segna una doppietta e si posiziona per ora al primo posto della classifica marcatori con 3 bellissimi Gol in 2 partite, segnati di destra, di sinistra e di testa. Un giocatore che mette gioco e brillantezza, fisicità, progressione in campo aperto e che crea spettacolo puro. In questa partita, in 70 minuti giocati, realizza 2 tiri e 2 gol, 22 passaggi riusciti, 1 passaggio chiave, 39 tocchi e 1 su 4 dribbling.

Il primo Gol è un tiro a giro spettacolare da fuori area, mentre il secondo Gol, il georgiano dribbla 2 difensori avversari, poi finge di tirare col destro ma chiude col sinistro. Kvaratskhelia è il 4°giocatore dall’inizio dello scorso decennio ad essere andato a segno in ciascuna delle prime due presenze con il Napoli in Serie A, dopo Cavani nel 2010, Callejón nel 2013 e Tonelli nel 2017. È chiaro ormai a tutti che il Napoli acquistandolo per soli 10 milioni ha fatto un grandissimo affare.

Ma in questa partita hanno brillato un po’ tutti, come il solito Anguissa straripante a centrocampo; Lobotka con una prestazione dominante per anticipi, pulizia di gioco e l’assist per il Gol di Kvaratskhelia; Zielinski che dopo l’ottima prestazione di Verona continua a far gustare le sue qualità, facendo anche 2 assist importanti per i due gol di Kvaratskhelia e Kim, ed è anche il primo polacco a raggiungere le 300 presenze in Serie A.

Poi un appunto importante su Kim, perfetto in questa partita, non sbaglia un intervento, esce bene in costruzione, ha una buona lettura di gioco, sfiora il Gol già ad inizio gara e segna il 4°Gol Azzurro, diventando il primo difensore Coreano ad aver segnato un Gol in Serie A. E per il momento non fa sentire la mancanza del suo predecessore.

Ovviamente non si può non menzionare Osimhen, che nonostante spesso calcia male e risulta essere in questo momento il più sprecone davanti la porta, con 3 chance sprecate col Monza e 1 col Verona, lotta su ogni pallone e alla fine segna anche il suo secondo Gol stagionale in due partite.

Quindi tabellino del Napoli più che ottimo per questo avvio di Campionato, che registra 9 Gol fatti e solo 2 subíti.

Ora la squadra dovrà affrontare un test importante a Firenze, contro una Fiorentina che nell’ultima partita non riesce a vincere ad Empoli, pur affrontando un avversario che è in doppia inferiorità numerica e tentando 9 tiri da fuori area. Fiorentina che anche nella precedente partita contro la Cremonese in casa, ha evidenziato qualche difficoltà benché è riuscita a strappare i tre punti all’ultimo respiro per una papera del portiere avversario. Viola apparsi molto nervosi in casa nonostante la superiorità numerica, rischiando addirittura di perdere la partita.

Ovviamente quella di domenica sera al Franchi sarà tutt’altro che una gara facile, in cui gli Azzurri dovranno continuare a dimostrare la brillantezza delle prime due partite di Campionato e dovranno restare concentrati cercando di portare a casa un risultato molto importante, tra l’altro senza farsi distrarre neanche dal prossimo sorteggio dei gironi Champions, che avverrà giovedì 25 alle ore 18:00, sperando questa volta in un po’ di fortuna della dea bendata.

Dunque, dopo le belle emozioni delle prime 2 partite di Campionato, siamo tutti pronti per vivere altre nuove grandi emozioni, sperando di emarginare definitivamente quei disfattisti travestiti da tifosi che non aspettano altro che una sconfitta degli Azzurri per ricominciare ad attaccare Presidente, Società e pure chi davvero non ha mai abbandonato il Napoli, sostenendolo anche nelle scelte difficili. Ma questa è un’altra storia.

#ForzaNapoliSempre