La Fiorentina si conferma osso duro per il Napoli: al Franchi è 0 a 0, cronaca e analisi del match

La Fiorentina si conferma osso duro per il Napoli: al Franchi è 0 a 0, cronaca e analisi del match

Intanto il prossimo turno di Serie A sarà infrasettimanale e gli azzurri giocheranno mercoledì prossimo al Maradona contro il Lecce


NAPOLI – Dopo i sorteggi Champions di giovedì scorso, in cui il Napoli gareggerà nel girone A insieme a Liverpool, Ajax e Rangers, la terza giornata di Serie A si è conclusa con la vittoria della Lazio sull’Inter (3-1), il pareggio tra Juve e Roma (1-1), la vittoria del Milan sul Bologna (2-0) e il pareggio tra Napoli e Fiorentina (0-0).

Dopo la goleada delle prime due gare di serie A, il Napoli non riesce a sbloccare la partita al Franchi, contro una Fiorentina che per tutta la gara marca stretto l’uomo e pressa alto sui portatori di palla avversari, bloccando la costruzione di gioco degli Azzurri. Partita tosta quindi, che dopo un primo tempo poco emozionante, caratterizzato da tanti falli dei Viola non sanzionati dall’arbitro Marinelli (pur non risparmiando il giallo ad Anguissa già dal 3′ minuto), e un gol di Osimhen annullato per fuorigioco, si ravviva nella ripresa con il Napoli che spinge e sfiora il vantaggio in almeno tre occasioni: una con Rrahmani di testa, un’altra con l’eclatante palla gol di Lozano su cross di Kvaratskhelia che il messicano di testa butta clamorosamente fuori, e l’ultima nel finale con il sinistro velenoso di Raspadori, che realizza gli unici due tiri nello specchio della porta effettuati dal Napoli, pur entrando al 61′ di gara. Fiorentina invece pericolosa in una sola occasione con Barack da dentro l’area e poi qualche imbucata durante la partita. Viola che comunque imbrigliano gli Azzurri, guadagnando il loro terzo 0-0 in 7 giorni tra campionato e Conference League. Il Napoli invece perde l’occasione di portarsi da solo in vetta alla Classifica di Serie A con punteggio pieno, portando a casa un risultato che non si verificava dal 24 ottobre 2021 contro la Roma all’Olimpico e rompendo così una striscia di 15 gare esterne di Campionato in cui aveva sempre segnato.

Ad ogni modo, contro la Fiorentina c’è da segnalare l’ottima prestazione della coppia centrale difensiva Azzurra Rrahmani/Kim, che riesce a contenere ottimamente la pericolosità degli attaccanti viola: Rrahmani ha affrontato la gara con grande attenzione ed è stato anche il giocatore che ha giocato più palloni in questo match (93), mentre Kim ha effettuato ottime chiusure, lottando ferocemente su ogni pallone. Inoltre, una menzione speciale per Anguissa, che nonostante il cartellino giallo dal 3′ minuto della partita, ha continuato a lottare con forza e verve agonistica. Ha brillato meno invece Kvaratskhelia, che sotto forte pressing avversario non è riuscito a fare le sue solite giocate eccezionali che si perdevano nei vari tentativi di dribbling. Sua però l’occasione più ghiotta del match, con il bellissimo cross per Lozano che non insacca. Dunque il Napoli, dopo le belle prestazioni contro Verona e Monza, risulta meno efficace e concreto, contro però una squadra come la Fiorentina che è sempre stata ostica per gli Azzurri, vincendo gli ultimi 2 scontri diretti tra Campionato e Coppa. Questa volta invece il Napoli ha guadagnato un ottimo punto, reggendo bene la gara e rimanendo sempre in controllo. Ovviamente c’è ancora molto da lavorare, considerando anche gli ultimi 3 acquisti che il Mister ha fatto comunque giocare nel secondo tempo.

Sconcertante invece l’atmosfera del Franchi, che resta sempre uno Stadio molto rabbioso e verbalmente aggressivo con i soliti cori razzisti e gli insulti a chiunque, anche a Spalletti che è stato offeso per tutta la durata della gara e dove poi alla fine della partita si è verificato anche un episodio spiacevole, in cui un tifoso Viola tenta di schiaffeggiare il Mister sotto gli occhi di tutti, anche di chi faceva telecronaca in diretta TV ma non ha riportato l’accaduto.

Vergognoso e senza scuse l’atteggiamento di questo tifoso Viola, che si spera venga allontanato definitivamente da tutti gli stadi e che si arrivi finalmente a prendere seri provvedimenti affinché tutto questo non accada mai più, condannando una volta per tutte anche i cori razzisti e territoriali!

Intanto il prossimo turno di Serie A sarà infrasettimanale e il Napoli giocherà mercoledì prossimo al Maradona contro il Lecce, che nell’ultima giornata di Campionato ha guadagnato il suo primo punto in Classifica, pareggiando contro l’Empoli in casa. Biglietti già esauriti allo stadio Maradona di Napoli per la gara casalinga degli Azzurri, dove si spera di rivedere di nuovo un Napoli brillante che fa divertire i tifosi, raccogliendo subito l’entusiasmo per la delicata trasferta di sabato sera all’Olimpico contro la Lazio. Ed è proprio attraverso le prossime due giornate di

Campionato che si inizierà già a vedere un po’ più definita la classifica di Serie A, dove in questo momento ci sono sei squadre in testa, tra cui anche il Napoli, con lo stesso punteggio di 7 punti. Tra l’altro il prossimo weekend, oltre Lazio-Napoli, ci saranno anche altri interessanti scontri, tra cui Fiorentina-Juve e il big match Milan-Inter.

E quindi prepariamoci a vivere una settimana piena di calcio ed attese, che ci porteranno poi alla prima grande partita stagionale di Champions League di mercoledì 7 settembre allo stadio Maradona di Napoli, contro il Liverpool.

#ForzaNapoliSempre