Napoli, incidente in scooter finisce in tragedia: dichiarata morte cerebrale per bimbo di 4 anni

Napoli, incidente in scooter finisce in tragedia: dichiarata morte cerebrale per bimbo di 4 anni

Il piccolo ha fatto un volo di circa 20 metri


NAPOLI – Tragedia nella giornata di ieri a Napoli, dove in seguito ad uno schianto a bordo di uno scooter, è stata dichiarata la morte cerebrale per un bimbo di soli 4 anni. Il piccolo era a bordo di un ciclomotore con il padre quando è stato sbalzato dallo stesso ed è stato scaraventato violentemente a terra. Sull’accaduto è stata aperta una inchiesta, l’ipotesi di reato è di omicidio stradale; al vaglio la posizione del padre e quella del conducente dell’automobile.

L’incidente è avvenuto intorno alle 16:30 di venerdì scorso, 26 agosto. Sul posto è intervenuta una pattuglia dell’Unità Territoriale San Lorenzo della Polizia Municipale, che si è occupata delle indagini. Secondo le prime ricostruzioni, tutt’ora al vaglio degli investigatori, il piccolo era in sella a uno scooter guidato dal padre quando, all’incrocio con via Pavia, il mezzo si è scontrato con un’automobile. Nell’impatto l’uomo ha perso il controllo e il piccolo è finito violentemente a terra. È stato soccorso da alcuni passanti e accompagnato con mezzi di fortuna al Pronto Soccorso, lungo il tragitto è stato intercettato da una pattuglia della Municipale che lo ha scortato fino all’ospedale.

La situazione era apparsa già estremamente delicata: nella caduta il bambino aveva riportato delle gravi lesioni alla testa, secondo alcuni testimoni era stato sbalzato a circa venti metri di distanza. Il piccolo, secondo quanto riporta Fanpage, è rimasto sotto stretta osservazione fino a stamattina, quando, i medici del pediatrico Santobono hanno dichiarato la morte cerebrale. Nelle prossime ore si valuterà la possibilità di procedere con l’espianto degli organi.