Napoli, rubavano catalizzatori e marmitte dalle auto in pieno giorno: bloccati dalla GdF

Napoli, rubavano catalizzatori e marmitte dalle auto in pieno giorno: bloccati dalla GdF

Colti in flagranza al centro direzionale da un militare della Finanza


NAPOLI – Stavano rubando marmitte e catalizzatori dalle auto in sosta al centro direzionale. Il tutto in pieno giorno. Il piano della banda specializzata in questo tipo di furto, peró, è fallito grazie all’intervento di un militare della Guardia di Finanza che ha bloccato i due delinquenti cogliendoli in flagranza ed ha sventato probabili altri furti in zona.

I FATTI

I due ladri, residenti a Casoria e San Giorgio a Cremano, stavano smontando una marmitta ed un serbatoio sotto ad un’auto con l’aiuto di una smerigliatrice. Uno è stato subito bloccato dal finanziere mentre l’altro ha tentato la fuga e dopo un breve inseguimento è stato raggiunto e fermato. Per i due è scattata una denuncia a piede libero.

Erano in possesso di arnesi atti allo scasso e allo smonto di pezzi d’auto, tra cui una smerigliatrice, sei dischi, una torcia, accendini, un coltello da cucina, un paio di guanti da lavoro, una casacca di colore nero, una maglietta bianca.

IL FURTO DI CATALIZZATORI E MARMITTE

Da tempo ormai il furto di catalizzatori e marmitte è diventato diffusissimo. Ad attirare i ladri è la presenza di numerosi metalli rari, fra cui il platino, il palladio e il rodio, materiali che hanno un valore di gran lunga maggiore dell’oro.