Picchiata per aver chiesto la paga, indagato il datore di lavoro di Beauty Davis

Picchiata per aver chiesto la paga, indagato il datore di lavoro di Beauty Davis

Ipotesi di reato sono lesioni personali, furto e minacce


La giovane donna di origini nigeriane, Beauty (D), Soverato, 3 agosto 2022. La ragazza aveva chiesto di essere retribuita per il lavoro prestato come lavapiatti ma ha ricevuto una vera e propria aggressione fisica con schiaffi e condita da pesanti insulti. ANSA/SALVATORE MONTEVERDE

È indagato per i reati di lesioni personali, furto e minacce Nicola Pirroncello, di 53 anni, titolare del lido-ristorante “Mare Nostrum” di Soverato. Reati commessi ai danni di Beauty Davis, di 25 anni, assunta come lavapiatti. Sulla vicenda la Procura di Catanzaro ha aperto un fascicolo. Pirroncello è stato denunciato dalla ragazza che, dopo avere chiesto di essere pagata per il lavoro svolto, ha raccontato ai carabinieri di essere stata aggredita e malmenata. La scena è stata ripresa in diretta dallo smartphone della ragazza e trasmessa su un canale social.

LA VICENDA
La Procura della Repubblica di Catanzaro ha aperto un’inchiesta sulla vicenda di Beauty, la lavoratrice di 25 anni, di origini nigeriane, aggredita dal suo datore di lavoro, titolare di un lido-ristorante di Soverato in provincia di Catanzaro, perché aveva chiesto di essere pagata. La giovane, che ha ripreso e trasmesso la scena dell’aggressione in un diretta social, si è presentata ieri nella sede della Compagnia di Soverato accompagnata dal suo avvocato, Filomena Pedullà per presentare una denuncia.

“Sono in corso delle valutazioni contabili – ha aggiunto l’avvocato Pedullà -. Gli inquirenti stanno vagliando i dati relativi al contratto e dell’accordo verbale tra le due parti. Alla ragazza è stato inviato un bonifico di 200 euro quando era stato pattuito un compenso di 600 euro”. Alla base della protesta della donna e della successiva aggressione c’è stato proprio il mancato pagamento della somma rimanente. A seguito della reazione del datore di lavoro davanti alla richiesta di pagare quanto pattuito, Beauty, precisa il legale a seguito di quanto accaduto, “ha riportato una lesione alla mano, testimoniata da un’unghia sanguinante, contusioni alla spalla e strappo del cuoio capelluto”.