Rissa choc in spiaggia, botte da orbi tra napoletani e salentini: uomo in ospedale

Rissa choc in spiaggia, botte da orbi tra napoletani e salentini: uomo in ospedale

Il tutto è nato a causa del “troppo spazio” occupato dai campani


LECCE – Finisce in rissa l’occupazione oltremisura di un tratto di spiaggia libera in Salento da parte di alcuni bagnanti. E’ accaduto ieri a Torre dell’Orso, marina di Melendugno, in un tratto di arenile particolarmente affollato compreso tra due lidi in concessione. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, sembra che a far scaldare gli animi sia stata l’occupazione oltre misura con ombrellone, sedie e asciugamani di una vasta porzione di arenile da parte di una comitiva di turisti napoletani che, di fatto, avrebbe tolto spazio ad altri bagnanti.

Sarebbe quindi nato un diverbio tra i turisti campani e un gruppo di salentini. La lite è subito degenerata e un uomo di Taurisano (Lecce) è stato colpito alla testa con l’asta dell’ombrellone e costretto a fare ricorso alle cure del 118. Gli investigatori stanno cristallizzando le posizioni delle persone coinvolte per le quali scatterà una denuncia. Si tratta della terza rissa scoppiata in Salento in meno di una settimana. Gli altri episodi a Gallipoli e Porto Cesareo.