Terremoto in Sicilia, registrata scossa di magnitudo 4.2 tra Palermo e Sciacca

Terremoto in Sicilia, registrata scossa di magnitudo 4.2 tra Palermo e Sciacca

L’epicentro del sisma sarebbe a 4 chilometri di profondità, a circa un km a est della cittadina che si trova a 80 chilometri dal capoluogo siciliano


SICILIA – Una scossa di magnitudo 4.2 è stata registrata alle 6.52 di stamattina a Giuliana, nella provincia di Palermo. Secondo i dati dell’Ingv, l’epicentro del sisma sarebbe a 4 chilometri di profondità, a circa un km a est della cittadina che si trova a 80 chilometri dal capoluogo siciliano.

La scossa è stata avvertita anche nei comuni più vicini: Chiusa Sclafani, Bisacquino, Contessa Entellina, Campofiorito, Corleone e Burgio. Non sono segnalati danni per il momento, come conferma il sindaco di Giuliana, Francesco Scarpinato: «Non si registrano danni a persone o cose e monitoriamo gli eventi in sinergia con la Protezione Civile».

Poco prima un’altra scossa, di magnitudo 3.2, era stata registrata nel Canale di Sicilia, al largo di Pantelleria, a una profondità di 38 km. Anche in questo caso nessun danno a persone o cose. E ancora un terremoto era  stato rilevato ieri pomeriggio in Sicilia con  epicentro – poco prima delle 18 – a 13 km da Avola, a 14 chilometri da Siracusa e a 20 da Noto. La scossa, di magnitudo 2, a una profondità di 21 km.