Tragedia a Napoli, Vincenza Donzelli muore a 43 anni, poco dopo aver partorito il suo primo figlio

Tragedia a Napoli, Vincenza Donzelli muore a 43 anni, poco dopo aver partorito il suo primo figlio

Era la compagna di Andrea Cannavale, figlio del grande attore Enzo. Aperta un’inchiesta


Napoli a lutto, sconvolta e attonita per la morte di Vincenza Donzelli, operatrice culturale, tra le anime della Galleria Borbonica, della quale era responsabile del percorso via delle Memorie. Era compagna di Andrea Cannavale, figlio del grande attore Enzo. La donna è deceduta in seguito a complicanze post partum in una nota clinica privata napoletana.

Vincenza Donzelli è morta nella notte tra sabato e domenica nella terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli dov’era stata trasferita dalla clinica Internazionale proprio per l’aggravarsi delle sue condizioni.

Il figlio adesso sta bene, pesa 4 chili, ma per la mamma 43enne non c’è stato nulla da fare.

Aperta un’inchiesta, attesa per l’autopsia

La salma di Vincenza è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria e non può essere fissata la data dei funerali fino a quando non sarà effettuata l’autopsia, disposta dal pm di turno. Presso la clinica privata sono stati nel frattempo acquisiti documenti e cartella clinica riguardanti il ricovero della donna, che aveva dato alla luce il piccolo Vincenzo (che porta il nome del nonno paterno) il 9 di agosto.

Il post commosso del marito

«Ti prometto che crescerò nostro figlio con i tuoi valori e con la tua purezza d’animo», ha scritto il compagno Andrea sul proprio profilo di Facebook in un commosso post dedicato alla sua Vincenza. «Buon viaggio Amore Mio bello. È stato un privilegio averti vissuto», esordiva lo scritto. Che così si concludeva: «Mi hai fatto vivere il sogno più bello della mia Vita. Ti Amerò per sempre».