Tragedia sfiorata in spiaggia, cade masso da costone: ferito 30enne

Tragedia sfiorata in spiaggia, cade masso da costone: ferito 30enne

A lanciare l’allarme è stato un bagnante che ha allertato la sala operativa della Capitaneria di porto


SALERNO – Un trentenne è rimasto ferito questa mattina sulla “Spiaggia dei Francesi”, nel comune di Camerota (Salerno), per la caduta di un masso da un costone roccioso. L’incidente si è verificato intorno alle 13 di ieri.

L’uomo avrebbe riportato alcune fratture. A lanciare l’allarme è stato un bagnante che ha allertato la sala operativa della Capitaneria di porto di Palinuro attraverso il numero blu 1530. La Guardia Costiera ha disposto l’invio della motovedetta SAR classe 800 e del battello pneumatico in dotazione a Marina di Camerota, fondamentale in considerazione dei bassi fondali. È stato inoltre allertato il 118 affinchè potesse raggiungere il porto di Scario, frazione di San Giovanni a Piro, per imbarcare il ferito su un ulteriore gommone messo subito a disposizione dalla Protezione Civile.  All’arrivo dei militari è stato necessario far allontanare i bagnanti per approdare sulla spiaggia in cui si trovava il ragazzo che aveva riportato ferite evidenti. Il 30enne, che si trovava in compagnia della figlia, è stato sistemato su una barella e trasferito sui mezzi di soccorso. Dalle prime informazioni raccolte e dai rilievi effettuati dalla Capitaneria di Porto, sembra che il giovane sia stato colpito da un masso staccatosi dal costone mentre si trovava all’interno del ristorante nelle immediate adiacenze della spiaggia. Trasportato all’ospedale di Vallo della Lucania, potrebbe aver riportato alcune fratture costali. In attesa di altri provvedimenti, l’Ufficio Cirondariale Marittimo di Palinuro ha disposto in via precauzionale la messa in sicurezza dei numerosi bagnanti presenti sulla spiaggia presso il vicino porto di Scario, anche grazie al supporto delle cooperative che si occupano di trasporto passeggeri durante il periodo estivo. Del fatto è stata informata anche l’Autorità giudiziaria.