Vergogna a Pompei, ruba borselli a fedeli in preghiera: preso il ladro

Vergogna a Pompei, ruba borselli a fedeli in preghiera: preso il ladro

Tutto è scaturito dalla denuncia delle due vittime, incastrato dalle telecamere


POMPEI (NAPOLI) – Mentre pregano il borseggiatore gli porta via i borselli. È accaduto al santuario della Beata Vergine Maria del Santo Rosario di Pompei (Napoli). Ora la svolta: i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare personale, emessa dal gip del tribunale oplontino su richiesta della Procura torrese, nei confronti di una persona (della quale non sono state fornite le generalità), gravemente indiziata in ordine al reato di furto aggravato dall’aver commesso il fatto con destrezza.

Tutto è scaturito dalla denuncia delle due vittime, alle quali erano stati sottratti i rispettivi borselli mentre erano raccolte in preghiera all’interno del pontificio santuario. I militari dell’Arma, grazie all’acquisizione dei filmati di videosorveglianza interna al Santuario, hanno ricostruito le fasi dei due furti, fornendo un preciso riscontro alla descrizione dell’autore del reato fornita da una delle due denunciati. L’uomo destinatario della misura cautelare, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.