Abusivismo edilizio a Napoli: abbattuto un ristorante nel parco nazionale del Vesuvio

Abusivismo edilizio a Napoli: abbattuto un ristorante nel parco nazionale del Vesuvio

L’immobile “insisteva su di un’area classificata da stringenti vincoli paesaggistici ed ambientali”


cantieri abusivismo vesuvio blitz denunce carabinieri san giuseppe vesuvianocantieri abusivismo vesuvio blitz denunce carabinieri san giuseppe vesuviano

TRECASE (NAPOLI) – Era completamente abusivo: per questo motivo a Trecase è stato demolito un ristorante realizzato senza alcuna autorizzazione in un’area protetta del parco nazionale del Vesuvio. Lo si apprende dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, che sottolinea come l’abbattimento, realizzato nell’ambito delle attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo edilizio, sia arrivato “a seguito di una condanna relativa ad abusi edilizi risalenti agli anni 2005/2007”.

Il manufatto raso al suolo aveva un volume complessivo di circa 260 metri quadrati e si trovava in via Tirone della Guardia nel comune vesuviano. L’immobile in particolare, spiegano dalla Procura, “insisteva su di un’area classificata da stringenti vincoli paesaggistici ed ambientali, in quanto ricadente integralmente nella zona ‘D-area di promozione economica e sociale del parco nazionale del Vesuvio'”.

“L’esecuzione delle demolizioni delle costruzioni illecite disposte dall’autorità giudiziaria – dicono gli inquirenti – rappresenta, per la tutela del territorio, uno strumento insostituibile sia in chiave repressiva, per il ripristino delle condizioni ambientali violate, sia in chiave preventiva, per l’efficacia dissuasiva nei confronti dell’abusivismo edilizio”. Nello specifico, la demolizione è stata effettuata direttamente dal proprietario del manufatto, in regime di autodemolizione, senza anticipazione di spese da parte del Comune e della Cassa Depositi e Prestiti.