Alluvione nelle Marche: soccorritori al lavoro nella notte, si cercano il piccolo Mattia e una 56enne

Alluvione nelle Marche: soccorritori al lavoro nella notte, si cercano il piccolo Mattia e una 56enne

Salito ad 11 il numero delle vittime accertate


ANCONA – Seconda notte di ricerche, ancora senza esito, degli ultimi due dispersi dopo l’alluvione del 15 settembre nel Senigalliese, in provincia di Ancona. I soccorritori hanno lavorato anche la scorsa notte alla luce delle fotoelettriche. Si cercano il piccolo Mattia, di 8 anni, e la 56enne Brunella Chiù, mentre è salito a 11 il numero delle vittime accertate.

Continuano le ricerche

Ieri è stato recuperato e identificato il corpo di Michele Bomprezzi, 47 anni, fratello dell’ex sindaco di Arcevia. In mattinata era stata ripescata nel fiume Misa a Serra de’ Conti la sua auto. Sempre ieri il direttore dell’Ufficio Scolastico regionale Marco Ugo Filisetti si è recato in visita al liceo Perticari di Senigallia, la scuola frequentata da un’altra delle vittime; la 17enne Noemi Bartolucci. Sono comunque ore di superlavoro per i vigili del fuoco in tutte le Marche, colpite ieri da un’ondata di maltempo, per altro prevista da un allerta meteo della Protezione civile regionale.

Nel Maceratese sono crollati alcuni ponti e ci sono famiglie isolate nelle campagne. Nel Pesarese si contano i danni provocati da una tromba d’aria. Alberi schiantati dal vento si sono abbattuti sulle auto, fortunatamente senza conseguenze sulle persone, a Jesi (Ancona) e Fano (Pesaro Urbino).